Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Iniziative
Iniziative | 12 Ott 2018
CONDIVIDI:

Assassinio di Daphne Caruana Galizia, Di Trapani: «Un consorzio per indagare sui crimini contro i cronisti»

Il segretario dell'Usigrai propone «un'alleanza in Italia e in Europa di giornaliste e giornalisti investigativi», che possa fare luce su autori e mandanti «degli attacchi alla libertà di stampa e fronteggiare intimidazioni e querele bavaglio». Il 16 ottobre due iniziative a Malta e a Roma in memoria della reporter.
Il segretario dell'Usigrai, Vittorio Di Trapani

«È indispensabile un'alleanza in Italia e in Europa di giornaliste e giornalisti investigativi. Sull'esempio del Daphne Project, un Consorzio per fare luce su autori e mandanti dell'assassinio di Daphne Caruana Galizia, e più un generale su tutti i crimini contro i cronisti e la libertà di stampa. Un Consorzio che può nascere in sede Fnsi e che possa avvalersi anche dell'Osservatorio legale della Federazione della Stampa per fronteggiare attacchi, intimidazioni e querele bavaglio». È la proposta lanciata dal Segretario dell'Usigrai Vittorio di Trapani al convegno promosso da Maria Grazia Mazzola, inviata del Tg1, nella sede della Stampa estera.

Martedì 16 ottobre, a un anno esatto dall'assassinio di Daphne, una delegazione della Fnsi sarà a Malta, mentre un presidio promosso da Fnsi , Usigrai e Articolo 21 sarà davanti all'ambasciata maltese in Italia per chiedere verità e giustizia per Daphne Caruana Galizia e per tutti i giornalisti assassinati a causa delle loro inchieste.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più