Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Iniziative
Iniziative | 11 Lug 2017
CONDIVIDI:

Caso Alpi: Mario Orfeo incontra la signora Luciana, Fnsi e Usigrai. «La Rai crei un osservatorio sui cronisti minacciati»

Il direttore generale ha assicurato che l'azienda continuerà a tenere alta l'attenzione sulla vicenda. E lo farà in ogni forma editoriale del servizio pubblico, anche attraverso iniziative speciali, nella speranza che questo contribuisca a trovare la verità sulla vicenda di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin.
La signora Luciana Alpi con il dg Rai Mario Orfeo (Foto: @Raiofficialnews)

Il direttore generale della Rai, Mario Orfeo, ha avuto un incontro questa mattina con Luciana Alpi, la mamma di Ilaria, la giornalista del Tg3 uccisa con l'operatore Miran Hrovatin in un agguato a Mogadiscio il 20 marzo 1994.

Orfeo ha assicurato a Luciana Alpi, accompagnata dal segretario dell'Usigrai Vittorio di Trapani e dal presidente e dal segretario generale della Fnsi, Giuseppe Giulietti e Raffaele Lorusso, che la Rai continuerà a tenere alta l'attenzione sulla vicenda. E lo farà in ogni forma editoriale del servizio pubblico, anche attraverso iniziative speciali, nella speranza che anche questo contribuisca a trovare la verità sulla sanguinosa vicenda.

«Siamo grati al direttore generale Mario Orfeo per aver ribadito, nel corso dell’incontro di questa mattina, la volontà dell’azienda di voler continuare a tenere accesi i riflettori sulla vicenda Alpi-Hrovatin e contribuire così alla ricerca della verità sulle cause della barbara esecuzione della giornalista e dell’operatore del Tg3, avvenuta orami 23 anni», commentano Raffaele Lorusso, Giuseppe Giulietti e Vittorio Di Trapani.

«È altresì positivo – proseguono i rappresentanti dei giornalisti italiani – che l’azienda abbia accolto l’invito di Fnsi e Usigrai a valutare la possibilità di istituire un osservatorio su tutti i casi di giornalisti minacciati, assicurando loro la necessaria “scorta mediatica”, riprendendo e rilanciando le loro inchieste».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più