Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Lutto
Lutto | 11 Set 2019
CONDIVIDI:

È morto il giornalista Piero Scaramucci. Il cordoglio di Fnsi e Alg

Fondatore di Radio Popolare, protagonista del Gruppo di Fiesole, per anni inviato Rai, autore di inchieste sulle stragi di Stato, anti-fascista sempre in prima linea contro censura e bavagli, in difesa della Costituzione. Aveva 82 anni.
Il giornalista Piero Scaramucci (Foto: Anpi provinciale di Milano)

Ci ha lasciato Piero Scaramucci, fondatore di Radio Popolare, protagonista del Gruppo di Fiesole, per anni inviato Rai, autore di inchieste sulle stragi di Stato, anti-fascista sempre in prima linea contro censura e bavagli, in difesa della Costituzione.

Sino alla fine impegnato nel sindacato, aveva partecipato anche all'ultimo Congresso nazionale della Stampa italiana come delegato della Lombardia eletto nelle liste di Nuova Informazione, che aveva contribuito a fondare, e anche in quella occasione aveva portato il suo spirito libero, critico, ironico, che ha segnato la sua vita professionale, sindacale e privata.

Scaramucci, nato a Praga nel 1937, è morto a Milano all'età di 82 anni. Lascia la moglie Mimosa Burzio e la figlia Marianna. In Rai dal 1961 al 1992, poi direttore di Radio Popolare fino al 2002, anche dopo le dimissioni dalla direzione è sempre rimasto legato alla radio.

È stato membro del Consiglio nazionale della Fnsi e membro del Direttivo dell'Associazione Lombarda dei Giornalisti. Ha insegnato alla Scuola di giornalismo dell'Ordine della Lombardia, alla Radiotelevisione della Svizzera Italiana e allo Iulm di Milano.

La Federazione nazionale della Stampa italiana e l'Associazione Lombarda dei Giornalisti si stringono attorno ai familiari in un affettuoso abbraccio.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più