Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Cpo-Fnsi
Cpo-Fnsi | 02 Mar 2018
CONDIVIDI:

Giornaliste Condé Nast in cassa integrazione a zero ore dall'8 marzo, la solidarietà della Cpo Fnsi

«È solo l'ultimo atto di uno stillicidio che in due anni ha visto mandare via 25 giornalisti 'incoraggiandoli' con esodi incentivati. Il messaggio è chiaro: chi non accetta, può essere cacciato. Un atto che respingiamo con forza», commenta la Commissione pari opportunità.
Solidarietà Cpo Fnsi alle giornaliste Condé Nast

«Un 'buon 8 marzo' speciale quello che il gruppo Condé Nast Italia ha deciso di dare a cinque giornaliste, messe in modo unilaterale in cassa integrazione a zero ore. Cinque giornaliste di lungo corso che l’azienda avrebbe potuto ricollocare all’interno del gruppo, dopo la chiusura delle loro testate». La Commissione pari opportunità della Fnsi commenta così la notizia data qualche giorno fa dal Cdr del gruppo.

«Ed è solo l’ultimo atto di uno stillicidio che in due anni ha visto mandare via 25 giornalisti (54 dal 2013) “incoraggiandoli” con esodi incentivati. Il messaggio è chiaro: chi non accetta, può essere cacciato. Un atto – scrive la Cpo Fnsi – che respingiamo con forza da parte di un’azienda che pure ha beneficiato di ammortizzatori di gruppo per diversi anni e che oggi rifiuta i contratti di solidarietà che avrebbero aiutato le cinque colleghe».

A loro la solidarietà della Commissione pari opportunità del sindacato dei giornalisti.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più