Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Editoria
Editoria | 29 Mar 2019
CONDIVIDI:

Il Dubbio, Carlo Fusi nuovo direttore

Dal 2 aprile sostituirà Piero Sansonetti, che ha guidato il giornale fin dalla nascita nel 2016. Dopo aver lavorato per Globo, Ansa e Messaggero, prende il timone del quotidiano con oltre 40mila abbonati e «una diffusione nelle edicole che verrà rinforzata a partire dalle prossime settimane», annuncia.
La prima pagina del Dubbio

Carlo Fusi, già notista politico del quotidiano, dal 2 aprile sarà il nuovo direttore del Il Dubbio. Sostituisce Piero Sansonetti che ha guidato il giornale fin dalla nascita tre anni fa. Lo spiega una nota. Fusi, 64 anni, ha cominciato al Globo per poi passare all'Ansa, nella redazione politico-parlamentare, come resocontista d'aula. Nell'agosto del 1988 è stato assunto al Messaggero dove è rimasto fino al 2014 percorrendo tutti i passaggi nel servizio politico: cronista, analista, commentatore, titolare di una rubrica di analisi e commento intitolata 'Il Mosaico'. Sempre per conto del Messaggero ha seguito in qualità di inviato alcuni dei più importanti avvenimenti internazionali, compreso l'attacco alle Torri Gemelle del settembre 2001.

«'Il Dubbio – spiega lo stesso Fusi in un comunicato – rappresenta un esperimento unico nell'editoria italiana. Fondato nel 2016 su iniziativa di Andrea Mascherin, presidente del Consiglio nazionale forense, che rappresenta per legge i 243 mila avvocati attivi in Italia, è tuttavia un quotidiano generalista attento in particolare al tema della salvaguardia dei diritti. Conta oltre 40 mila abbonamenti e una diffusione nelle edicole che verrà rinforzata a partire dalle prossime settimane con una presenza più attiva a Milano e a seguire in altre città italiane».

I giornalisti de Il Dubbio «salutano e ringraziano Piero Sansonetti, fondatore e anima stessa del giornale. Grazie al suo lavoro, in pochissimi anni – si legge in un documento dell'assemblea dei giornalisti – Il Dubbio è diventato un punto di riferimento nel panorama editoriale. Le battaglie di Piero sui diritti e le garanzie hanno suscitato l'attenzione della politica e del mondo della giustizia, riuscendo a portare al centro del dibattito pubblico i valori del garantismo e del diritto di difesa. Ma soprattutto, la redazione de Il Dubbio ringrazia Piero per la libertà con la quale ha permesso a tutti di lavorare».

«Nello stesso tempo i giornalisti danno il benvenuto al nuovo direttore, Carlo Fusi, che – ricordano – ha condiviso con la redazione il percorso di questi tre anni, convinti che saprà difendere l'autorevolezza, l'indipendenza e i livelli occupazionali del giornale con la stessa forza di chi lo ha preceduto».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più