Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Anniversario
Anniversario | 15 Mag 2019
CONDIVIDI:

Irruzione del Blocco Studentesco alla Rai, Fnsi e Usigrai: «11 anni e non c'è una sentenza»

«Gravissimo che dopo oltre un decennio restino impuniti gli autori, all'epoca già individuati, del blitz che aveva come obiettivo la redazione di 'Chi l'ha visto?'», commenta il sindacato nell'esprimere solidarietà alla conduttrice Federica Sciarelli e ai giornalisti della trasmissione.
La conduttrice di 'Chi l'ha visto?', Federica Sciarelli

«Come ricordato oggi dal 'Fatto quotidiano', è gravissimo che dopo oltre un decennio restino impuniti gli autori all'epoca già individuati di un blitz dentro una sede della Rai messo a segno da un gruppo del Blocco Studentesco, movimento di estrema destra. L'incursione aveva come obiettivo la redazione di 'Chi l'ha visto?' che aveva mandato in onda un filmato inedito dell'aggressione da parte di esponenti del movimento studentesco neofascista ai danni di giovani studenti liceali inermi avvenuta a Piazza Navona il 31 ottobre del 2008. È un segnale preoccupante: è inaccettabile il senso di impunità a squadristi che entrano senza autorizzazioni dentro una sede del Servizio Pubblico radiotelevisivo». È quanto affermano, in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi, e Vittorio di Trapani, segretario dell'Usigrai.

«Per di più – proseguono – con il chiaro intento di intimidire una intera redazione, come 'Chi l'ha visto?', per aver fatto il proprio lavoro di informare correttamente i cittadini. È inoltre intollerabile che a distanza di 11 anni su internet continuino ad essere postate ricostruzioni false dell'accaduto continuando ad esporre la conduttrice Federica Sciarelli e la redazione ad attacchi. È a loro che va la nostra solidarietà. Con l'auspicio che la giustizia sanzioni quanto prima i responsabili».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più