Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 07 Feb 2019
CONDIVIDI:

Legge sull'editoria in Abruzzo: l'impegno di Giovanni Legnini e Marco Marsilio

I due candidati alla presidenza della Regione hanno sottoscritto la proposta, inviata da sindacato e Ordine regionali anche agli altri due aspiranti governatori, di impegnarsi per arrivare, nel primo anno della prossima legislatura, alla calendarizzazione di un provvedimento di sostegno al settore.
Da sinistra: Marco Marsilio e Giovanni Legnini firmano la proposta di Ordine e Sindacato abruzzesi

Il Sindacato dei Giornalisti Abruzzesi e l'Ordine regionale dei giornalisti hanno inviato, nei giorni scorsi, ai quattro candidati alla presidenza della Regione Abruzzo una proposta di impegno per arrivare, nel primo anno della prossima legislatura, alla calendarizzazione di una legge regionale di sostegno all'editoria.

«L'Abruzzo è infatti una delle poche regioni italiane, se non l'unica, a non avere oggi una normativa che, nell'aiutare un settore, pilastro della convivenza democratica, ristabilisca regole premianti per aziende virtuose e consenta la tutela e il rafforzamento dell'occupazione, contrasti la deregulation e il lavoro nero che stanno distruggendo l'economia del settore», spiega una nota congiunta dei rappresentanti regionali della categoria.

L'impegno è stato sottoscritto dai candidati Giovanni Legnini e Marco Marsilio: entrambi hanno sottolineato interesse e attenzione per tutte le vicende legate alle aziende del comparto editoriale sul territorio abruzzese.

Il segretario Sga, Ezio Cerasi, e il presidente Odg, Stefano Pallotta, ribadiscono «la volontà di voler arrivare, con tutte le forze politiche che saranno presenti nel nuovo Consiglio regionale, a un progetto condiviso e concreto, assicurando un confronto sereno e la massima collaborazione per un risultato di assoluta importanza non solo per la categoria, ma anche per il diritto dei cittadini ad essere liberamente informati da più voci sul territorio», conclude la nota.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più