Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 15 Mag 2018
CONDIVIDI:

Napoli, il Prefetto riceve il Sugc: «Massimo impegno nel contrasto al fenomeno delle minacce ai giornalisti»

Il sindacato regionale ha proposto l'istituzione di un protocollo per la sicurezza sui cronisti sulle scene del crimine e un canale diretto per la segnalazioni delle minacce per rendere più efficace il sistema della denuncia.
Il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano (Foto: ilmattino.it)

Un protocollo per la sicurezza sui giornalisti sulle scene del crimine e un canale diretto per la segnalazioni dei cronisti minacciati per rendere più efficace il sistema della denuncia. Sono queste le richieste del Sindacato unitario giornalisti della Campania ha fatto al Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, che ha ricevuto il segretario del Sugc, Claudio Silvestri, in seguito alle segnalazioni che riguardano i colleghi Monica Cito, Giuseppe Bianco e Carlo Alvino.

Il Prefetto ha assicurato il massimo impegno nel contrasto ad un fenomeno che sta diventando sempre più diffuso e ha sottolineato che i casi denunciati erano già stati portati all'attenzione del comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico. Al comitato verrà portata, nella prossima riunione, anche la proposta del Sugc.

«Ringrazio il Prefetto per la sensibilità dimostrata sul problema delle aggressioni ai giornalisti – ha affermato Silvestri, che ha parlato anche a nome dei vertici della Federazione nazionale della stampa italiana –. Mi pare evidente che negli ultimi tempi ci sia stato un cambio di passo nell'impegno con il quale viene affrontato il fenomeno dagli organi preposti. Ho inviato il Prefetto alla manifestazione che la Fnsi ha organizzato a Napoli il 12 giugno prossimo proprio sui cronisti minacciati».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più