Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al

Servizio pubblico

Rai ancora senza piano news e web, Usigrai: «I nodi vengono al pettine» L'uscita di Milena Gabanelli «rilancia urgenze e questioni sul futuro del Servizio Pubblico che l'Usigrai pone da tempo», rileva il sindacato dei giornalisti Rai. Che ricorda: «Sei mesi fa chiedemmo le dimissioni dei vertici e del Cda per l’assenza di un piano adeguato. Da allora nulla è cambiato». Leggi 
Rai, l'Usigrai contro lo strapotere di agenti e società di produzione: «Azienda privatizzata di fatto» «La vera riforma da fare subito è riportare dentro la Rai Servizio Pubblico l'ideazione, la progettazione e la realizzazione di tutta la produzione e rafforzare la presenza dei professionisti dell'informazione in tutti i programmi, anche di rete, che di questa si occupano», incalza il sindacato aziendale. Leggi 
Rai, Usigrai: «Bruno Vespa è un 'artista' e i giornalisti non hanno il contratto. In Cda nulla da dire?» «Lo strapotere degli agenti, l'assenza di un progetto di riforma innovativo e radicale e c'è chi non rinuncia a compensi milionari: i nodi stanno venendo al pettine» e vanno affrontati «nel rinnovo del Contratto di Servizio e nella gestione dell'azienda», incalzano i giornalisti del servizio pubblico. Leggi 
Rai, Orfeo: «Ecco come cambierà il servizio pubblico». Usigrai: «Pronti da anni a discutere la riforma editoriale» Il Dg annuncia nuovi canali e meno testate nel nuovo piano delle news, «ma serve certezza sulle risorse». La risposta del sindacato dei giornalisti Rai: «Ci auguriamo che questa volta si faccia sul serio e che finalmente l'azienda ci proponga un confronto reale su un progetto credibile». Leggi 
Mario Orfeo nuovo Dg Rai, Fnsi e Usigrai: «Ora discontinuità su riforma e piano editoriale» «In bocca al lupo e buon lavoro al nuovo Direttore generale», commenta il sindacato. Che chiede un incontro urgente «per l’immediata apertura del confronto sulla necessaria riforma del servizio pubblico, che deve mettere al primo posto qualità del prodotto e valorizzazione delle risorse interne». Leggi 
La Rai senza direttore generale, Fnsi e Usigrai: «A Viale Mazzini spettacolo indecoroso» Botta e risposta tra azienda e sindacato. «Ogni giorno perduto significa soldi e occasioni sprecate», scrive l’Usigrai. «Comunicato lesivo dell'immagine del servizio pubblico», replica l’azienda. «La lotta in seno ai gruppi dirigenti sta paralizzando qualsiasi discussione», incalza la Federazione della Stampa. Leggi 
Rai, il Cda ha accolto le dimissioni di Campo Dall’Orto. Fnsi e Usigrai: «Ora un nuovo vertice di alto profilo» Ufficializzato l'addio «non si può aprire una fase di incertezza per l'azienda e per il servizio pubblico radiotelevisivo. Serve invece una forte discontinuità: chi ha cogestito la Rai insieme con il dg, ossia presidente e Cda, ne seguano l'esempio», commentano Lorusso, Giulietti e Di Trapani. Leggi 
Servizio pubblico, il presidente Giulietti ad Assisi: «Senza riforme la Rai rischia di fare la stessa fine di Alitalia» «Chi difende l'esistente non sa quello che fa. Bisognerebbe inserire il servizio pubblico in Costituzione: rivedere l'articolo 21 ed integrarlo con ciò che è necessario». Così il presidente Fnsi, ad Assisi per un convegno organizzato dal Sacro Convento. «Idea auspicabile e bella», risponde il dg Campo Dall'Orto. Leggi 
Rai, dal Cda stop al piano news del dg Campo Dall’Orto. Fnsi e Usigrai: «Vertici inadatti, vadano a casa» Bocciato il piano per l’informazione. «È l'atto finale di un vertice inadatto al ruolo e irresponsabile, che antepone i propri conflitti di potere al bene del servizio pubblico. Ventidue mesi senza un piano news è responsabilità di tutti. Nessuno escluso», commenta il sindacato dei giornalisti. Leggi 
Rai, Usigrai: «Basta guerre sulla pelle dell’azienda, questo vertice è in costante conflitto al proprio interno» «Se questo vertice è incapace di tenere il passo, ne tragga le dovute conseguenze. Tutto il vertice. Nessuno escluso». Così l’esecutivo dell’Usigrai dopo l’incontro tra i consiglieri Rai al Centro studi americani di via Caetani. Leggi 
Rai: impiegati, quadri e operai in sciopero il primo giugno Tra le motivazioni della protesta: «la pregiudiziale aziendale posta sull'incremento dei minimi salariali» e la richiesta di «rinnovo del Contratto collettivo», spiegano Cgil, Uil, Ugl, Snater e Lisbersind Confsal. Leggi 
Rai, con il canone in bolletta aumentano abbonati e gettito Con la riscossione del canone tv in bolletta gli abbonati sono aumentati di 5,5 milioni, con un notevole recupero di gettito, pari a oltre 2 miliardi e 200 milioni. Lo ha confermato la direttrice dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, nel corso di un'audizione alla Camera. Leggi 
1
2 3 4 5 6 7 8
Avanti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più