Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Premi e Concorsi
Premi e Concorsi | 29 Gen 2019
CONDIVIDI:

'Premio liberi e forti', il 30 gennaio la cerimonia di consegna alla memoria di Antonio Megalizzi

A ricevere il riconoscimento saranno la madre e la fidanzata del giornalista ucciso a Strasburgo dalla furia terrorista. Appuntamento alle 15 nella sede della Stampa Estera, a Roma. Interverranno, fra gli altri, il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso e il direttore di Civiltà Cattolica, padre Spadaro.
La locandina dell'evento

Mercoledì 30 gennaio 2019 si svolgerà a Roma, nella sede dell'Associazione Stampa Estera, la cerimonia di consegna dei riconoscimenti del premio nazionale 'Liberi e forti. Nel segno delle parole di Luigi Sturzo'. La prima edizione 2019 del premio andrà alla memoria di Antonio Megalizzi, il giornalista ucciso dalla furia terrorista mentre passeggiata tra i mercatini di Natale a Strasburgo lo scorso dicembre.

«Per la sua dedizione all'ideale europeo, il suo impegno professionale, la sua fede democratica e civile in un mondo più unito e solidale», recita la pergamena che sarà consegnata alla madre e alla fidanzata di Megalizzi.

Alla cerimonia, oltre ad Anna Maria Cutrupi Megalizzi e Luana Moresco, parteciperanno, fra gli altri: Giuseppe Fioroni; Angelo Chiorazzo; Lucio D'Ubaldo; Nicola Antonetti, presidente Istituto Luigi Sturzo; il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso; Salvatore Martinez, presidente Fondazione Casa Museo Sturzo; padre Antonio Spadaro, direttore della Civiltà Cattolica. Modera la giornalista Maria Antonietta Calabrò.

L'appuntamento è domani, mercoledì 30 gennaio, alle 15, nella sala stampa di via dell'Umiltà 83, a Roma.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più