Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 19 Giu 2017
CONDIVIDI:

Querele e azioni civili temerarie, il 22 giugno a Cassino nuovo corso di Stampa Romana e Anm

Obiettivo dell'incontro è fornire strumenti tecnici aggiuntivi ai giornalisti che si occupano di giudiziaria, oltre che trovare modalità nuove, trasparenti e utili nei rapporti tra cronisti e uffici giudiziari.
Il Comune di Cassino (Foto: stamparomana.it)

Il 22 giugno si tiene a Cassino (Sala Restagno del Comune, dalle 9 alle 13) il terzo corso sulla praticabilità della professione giornalistica nel Lazio con un focus sull'aumentato numero di querele e azioni civili temerarie contro i giornalisti nel Lazio, lezioni di procedura penale sulla pubblicazione degli atti giudiziari e approfondimenti sulla prassi di comunicazione degli uffici giudiziari nel Lazio.

«Obiettivo del corso – spiega Graziella Di Mambro, responsabile Macroarea Articolo 21 di Stampa Romana – è fornire strumenti tecnici aggiuntivi ai colleghi che si occupano di giudiziaria oltre che trovare modalità nuove, trasparenti e utili nei rapporti tra cronisti e uffici giudiziari, un percorso nel quale Stampa Romana crede moltissimo e che fonda sulla collaborazione fattiva di Anm Lazio e delle sottosezioni di Latina, Cassino e Viterbo».

Di seguito l'ordine degli interventi

ore 9: saluti di Tommaso Polidoro, giornalista

ore 9.30: Introduzione sul lavoro della Macroarea Articolo 21 di Stampa Romana a cura di Maria Vittoria De Matteis

ore 9.45: Relazione di Alberto Spampinato, direttore di Ossigeno per l'informazione, sui numeri delle minacce ai giornalisti nel Lazio e le indicazioni dell'Unione Europea

ore 10.15: Lezione tecnica di Costantino De Robbio, presidente di Anm Lazio,sulla pubblicabilità degli atti del procedimento penale e delle responsabilità del giornalista

ore 11: Intervento di Lazzaro Pappagallo, segretario dell'Associazione Stampa Romana, con una relazione sui numeri delle azioni temerarie contro i giornalisti del Lazio e le difficoltà crescenti nell'esercizio della professione

ore 11.20: Giovanni Del Giaccio, moderatore, con una relazione sulle esperienze sul territorio di accesso alle fonti di cronaca

ore 11.30: Intervento di Enzo Palmensano con una relazione sulla cronaca nei territori contaminati dalla criminalità organizzata, il caso-Caserta

ore 12: Relazione di Paolo Auriemma, Procuratore di Viterbo, con una relazione su informazione, mass media e rapporto con le fonti giudiziarie

ore 12.30: Laboratorio sulla tutela delle fonte giornalistica con la partecipazione di Paolo Berdini, già assessore all'Urbanistica di Roma, e con il coordinamento di Monica Soldano, componente della Macroarea Articolo 21 di Asr.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più