Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Iniziative
Iniziative | 13 Ott 2017
CONDIVIDI:

Scorta mediatica per Giulio Regeni, la Fnsi: «Il 14 di ogni mese illuminiamo la sua vicenda»

Presentata nella sede del sindacato dei giornalisti l'iniziativa lanciata da Amnesty International Italia «per tenere alta l'attenzione sui passi avanti nella ricerca della verità», hanno spiegato Riccardo Noury e l'avvocata Alessandra Ballerini. «Diamo luce e voce alle storie di tutti i 'Giulio' d'Egitto e del mondo», ha esortato il presidente Giulietti.
Un momento della presentazione della #ScortaMediatica

Sono trascorsi quasi 21 mesi dalla morte di Giulio Regeni al Cairo e ancora verità e giustizia sulla sua vicenda non sono state raggiunte. Per questo oltre 50 giornalisti hanno deciso di aderire all'iniziativa lanciata per dare la #ScortaMediatica a Giulio e alla famigli Regeni che è stata presentata oggi in Fnsi.
Promossa da Amnesty International Italia e subito fatta propria – tra gli altri – da Federazione nazionale della stampa italiana, Usigrai e Articolo 21, la scorta mediatica intende chiamare a raccolta gli operatori dell’informazione affinché continuino a seguire e rilanciare le iniziative finalizzare a ottenere la verità sul sequestro, sulla tortura e sull’uccisione del giovane ricercatore e a dare costanti notizie sulle violazioni dei diritti umani.

«Vi chiediamo di dare luce e voce alle storie di tutti i 'Giulio' d'Egitto e del mondo», ha esortato il presidente della Federazione della Stampa, Giuseppe Giulietti. «È una grande questione nazionale, non solo una questione della famiglia Regeni».

Anche per questo, come ha anticipato il portavoce di Amnesty International Italia, Riccardo Noury, «abbiamo inviato una lettera al presidente Gentiloni e al ministro Alfano per chiedere loro conto dei passi avanti fatti nel cammino che deve portare alla verità e alla giustizia sulla sorte di Giulio». La scorta mediatica, inoltre, «servirà anche per proteggere Giulio da offese alla sua storia, alla sua dignità, alla sua limpidezza di comportamento e d’intenti e a tutelare i suoi difensori da attacchi alla loro sicurezza e incolumità».

Come nel caso del prossimo, imminente viaggio al Cairo dell’avvocata Alessandra Ballerini, legale della famiglia Regeni, che in conferenza stampa ha ripercorso le ultime tappe della ricerca della verità. «Vado a recuperare il fascicolo dell’inchiesta che le autorità egiziane stanno svolgendo sulla vicenda di Giulio – ha detto – perché ad oggi ancora non sappiamo neanche il numero di protocollo della pratica. Ci sono state “coincidenze” preoccupanti in concomitanza, ad esempio, del viaggio dei genitori di Giulio in Egitto o del ritorno del nostro ambasciatore al Cairo. La scorta mediatica servirà anche a chi lavora con noi da laggiù».

In cosa consisterà la scorta mediatica? «Nel fare tutto quello che la tecnologia consente per tenere accesi i riflettori sulla vicenda e per chiedere conto al governo di quello che sta facendo per raggiungere verità e giustizia per Giulio Regeni», spiegano i promotori dell’iniziativa.

«È preciso compito del giornalista svelare le trame e schierarsi per la difesa della libertà. E non possono esserci mediazioni su questo in nome di ragioni politiche o economiche», ha concluso il presidente Giulietti annunciando che il 19 ottobre, a Torino, l’associazione Amici di Roberto Morrione aprirà le giornate di consegna dei riconoscimenti del Premio proprio con un’iniziativa dedicata a Giulio Regeni.

Mentre il 23 ottobre, Giornata mondiale contro l'impunità dei delitti commessi ai danni dei giornalisti, la Fnsi lo dedicherà alle vicende dei colleghi minacciati, intimiditi e incarcerati in Italia e all’estero, a cominciare da Paesi come la Turchia, l’Egitto, la Siria, il Venezuela e il Messico.

La Federazione della Stampa aderisce alla scorta mediatica a Giulio Regeni iniziando col rilanciare il video della presentazione dell’iniziativa, disponibile sulla pagina Facebook della Fnsi.

Chi vuole sottoscrivere l’iniziativa può farlo mandando una mail a scortamediatica@articolo21.info

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più