Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Diffamazione
Diffamazione | 06 Feb 2018
CONDIVIDI:

Siracusa: campagne stampa contro pm, coinvolto anche un giornalista

Secondo l'accusa, in cambio di soldi avrebbe scritto articoli diffamatori «in danno dei magistrati Marco Bisogni e Tommaso Pagano, incaricati di valutare i fascicoli iscritti nei confronti di clienti degli avvocati Piero Amara e Giuseppe Calafiore», si legge nel capo d'imputazione della Procura di Messina.
La Procura della Repubblica di Messina

C'è anche un noto giornalista siracusano, Giuseppe Guastella, tra le 15 persone coinvolte nell'inchiesta su una associazione a delinquere che, grazie alla presunta collusione dell'ex pm di Siracusa Giancarlo Longo, condizionava l'andamento di procedimenti penali in vantaggio dei clienti di due legali Giuseppe Calafiore e Piero Amara.

Secondo l'accusa, in cambio di soldi, ricevuti da Amara, che è anche legale esterno dell'Eni, Guastella avrebbe divulgato sul 'Diario' «reiterate affermazioni di natura diffamatoria in danno dei magistrati Marco Bisogni e Tommaso Pagano, incaricati di valutare i fascicoli iscritti nei confronti di clienti degli avvocati Amara e Calafiore», scrive, nel capo d'imputazione, la Procura di Messina che ha condotto l'indagine. (Ansa – Palermo, 6 febbraio 2018)

Unci, decisa la sospensione cautelativa per Giuseppe Guastella. «Auguriamo che l'inchiesta possa dipanare le ombre sull'operato del collega»
L'Unione Nazionale Cronisti italiani ha deciso oggi la sospensione cautelativa e a effetto immediato di Giuseppe Guastella, iscritto alla sezione provinciale di Siracusa, ex presidente della stessa e revisore dei conti del gruppo di specializzazione.
Guastella risulta destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare disposta dal Gip di Roma nell'ambito di un'indagine della Dda locale su una presunta associazione per delinquere finalizzata a condizionare l'azione della magistratura civile e penale.
La Giunta dell'Unci, che ha deciso il provvedimento all'unanimità, «auspica una veloce conclusione dell'inchiesta e si augura che questa possa dipanare le ombre sull'operato del collega Guastella», spiega una nota dell'Unione.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più