Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Internazionale
Internazionale | 21 Giu 2019
CONDIVIDI:

Ucraina, morto il giornalista Vadym Komarov. Era in coma in seguito a un'aggressione

La Federazione Europea dei giornalisti e la Federazione internazionale hanno diffuso un comunicato in cui chiedono alle autorità ucraine di assicurare che venga fatta giustizia e si uniscono al sindacato nazionale nel chiedere un'audizione al Parlamento circa la sicurezza dei giornalisti nel Paese.
Il giornalista Vadym Komarov (Foto: ifj.org)

È morto Vadym Komarov, il giornalista ucraino che da alcune settimane era in coma in seguito a un'aggressione nella città di Cherkasy, in Ucraina. Un altro collega, dunque, muore in Europa perché stava facendo bene il suo lavoro di cronista che indagava sulla corruzione e sul crimine organizzato nella regione in cui viveva. Un altro episodio inaccettabile, un altro lutto per tutti i giornalisti europei.

Il sindacato dei giornalisti ucraini (NUJU) aveva immediatamente condannato l'episodio  e si era stretto attorno a Komarov, seguendo con grande apprensione l'evoluzione del suo stato di salute. Il sindacato Ucraino ha chiesto da subito che le autorità facessero luce sull'accaduto. Purtroppo Vadym non si è più ripreso, pagando con la vita la passione per il giornalismo di inchiesta e la ricerca della verità dei fatti.

La Federazione Europea dei giornalisti e la Federazione internazionale hanno diffuso un comunicato in cui chiedono alle autorità ucraine di assicurare che venga fatta giustizia e si uniscono  alla  NUJU nel chiedere un'audizione al Parlamento ucraino circa la sicurezza dei giornalisti nel Paese.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più