Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Cpo-Fnsi
Cpo-Fnsi | 29 Mag 2019
CONDIVIDI:

Femminicidio, le Cpo Fnsi e Usigrai in audizione al Senato

Particolare interesse, da parte delle senatrici e dei senatori, per gli aspetti culturali relativi alla rappresentazione femminile nei media. La presidente Mimma Caligaris si è soffermata anche sul 'Manifesto di Venezia' per una corretta informazione per contrastare la violenza sulle donne.
Palazzo Madama

Focus sul ruolo, le iniziative e i prossimi impegni delle Commissioni Pari Opportunità della Fnsi e dell'Usigrai: le due presidenti, rispettivamente Mimma Caligaris e Monica Pietrangeli, sono stato ascoltate dalla Commissione parlamentare d'inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere, istituita nell'ottobre 2018 e presieduta dalla senatrice Valeria Valente. Particolare interesse, da parte delle senatrici e dei senatori, anche sugli aspetti culturali relativi alla rappresentazione femminile rimandata dai media, perché nelle linee programmatiche della Commissione stessa c'è un gruppo di lavoro, 'Prevenire', impegnato a realizzare la prevenzione e il contrasto più adeguati, anche attraverso il linguaggio e le immagini, che devono al tempo stesso tutelare le vittime e gli eventuali minori.

Il linguaggio è anche una priorità della Cpo Fnsi: nel suo intervento Mimma Caligaris si è soffermata sul 'Manifesto di Venezia', varato il 25 novembre 2017, per una corretta informazione per contrastare la violenza sulle donne, che è strumento fondamentale sul quale la Commissione ha mostrato particolare interesse e la volontà di inserirlo fra i documenti della relazione conclusiva.

Durante l'audizione si è parlato anche dell'indagine sulle molestie nei media, presentata a inizio aprile, illustrando i dati emersi e gli impegni prossimi, già dall'incontro formativo del 4 giugno in Fnsi.
Anche il primo codice antimolestie, in Rai, e la rappresentazione delle donne nella programmazione televisiva del Servizio pubblico, su cui si è soffermata Monica Pietrangeli, sono tappe di un lavoro che può inserirsi nel percorso della Commissione.

«La rete che gli organismi della categoria delle giornaliste e dei giornalisti sono riusciti a creare anche in tema di violenza di genere, parole della violenza, uso delle immagini è un modello di lavoro al quale senatrici e senatori hanno dimostrato di guardare con particolare interesse. Il monitoraggio sull'applicazione del Manifesto di Venezia potrà dare elementi utili anche al lavoro della Commissione parlamentare con cui si potranno creare interazioni e iniziative comuni», hanno osservato le presidenti Caligaris e Pietrangeli.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più