Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Premi e Concorsi
Premi e Concorsi | 30 Ott 2018
CONDIVIDI:

Premio Roberto Morrione, ecco i vincitori della settima edizione

Primo posto ex aequo nella categoria video per le inchieste 'Caro cordone' e 'Doppia ipocrisia'. Prima classificata per la categoria webdoc l'inchiesta 'Welcome to your gig'.
I vincitori della settima edizione del premio Morrione

Veronica Di Benedetto Montaccini e Francesca Candioli; Madi Ferrucci, Flavia Grossi e Roberto Persia; Lorenzo Pirovano e Giovanni Sacchi. Sono i vincitori della settima edizione del Roberto Morrione per il giornalismo investigativo. Le loro inchieste sono state premiate durante la serata tenutasi al Piccolo Regio di Torino condotta da Marino Sinibaldi, direttore di Radio 3 Rai.

Per la categoria video hanno vinto ex aequo le due inchieste finaliste: 'Caro cordone' di Veronica Di Benedetto Montaccini e Francesca Candioli, sulla conservazione di cellule staminali cordonali in Italia (tutor giornalistico Federico Ruffo) e 'Doppia ipocrisia', di Madi Ferrucci, Flavia Grossi, Roberto Persia, inchiesta sul commercio di armi utilizzate per bombardare i civili in Yemen (tutor giornalistico Paolo Mondani).

Per la categoria webdoc ha vinto 'Welcome to your gig', di Lorenzo Pirovano e Giovanni Sacchi, dedicata all'ancora poco conosciuto mondo della gig economy (tutor giornalistico Celia Guimaraes).

In finale per la categoria webdoc anche l'inchiesta 'Le crepe del marmo', Marco Carlone, Elena Pagliai, Daniela Sestito sulle problematiche legate al mondo del marmo (tutor giornalistico Amalia De Simone).

Sul sito web del premio sono disponibili i trailer delle inchieste finaliste e i materiali della serata di premiazione.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più