Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Minacce
Minacce | 15 Lug 2019
CONDIVIDI:

Bimbi travolti dal suv a Vittoria, Fnsi: «Nuove minacce a Paolo Borrometi, siamo al suo fianco»

Mandanti ed esecutori degli attacchi al giornalista «vanno messi da subito in condizione di non nuocere e di non inquinare la civile convivenza. Ai media il compito di 'illuminare' a giorno i covi da dove sono partite le intimidazioni», commentano il segretario Lorusso e il presidente Giulietti.
Il giornalista Paolo Borrometi

«A Vittoria la mafia è tornata a colpire e non risparmia neppure i bambini, ultima vittima il piccolo Alessio. Si sentono forti ed impuniti e arrivano sino al punto di insultare e aggredire via social il giornalista Paolo Borrometi, presidente di Articolo 21, consigliere nazionale della Federazione della stampa, perché continua ad 'illuminare' quel territorio e a reclamare una decisa e risolutiva azione dello Stato». Così Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente Fnsi, in una nota, in cui spiegano: «Parenti e amici del boss Titta Ventura, in carcere, non trovano di meglio che minacciare ed avvertire 'l'infame' Paolo Borrometi. Mandanti ed esecutori vanno messi da subito in condizione di non nuocere e di non inquinare la civile convivenza a Vittoria. Spetta, infine, ai media il compito di illuminare a giorno i covi da dove sono partite le minacce e riprendere le inchieste di chi, a cominciare da Borrometi, non intende piegare la testa di fronte ai mafiosi e alle loro minacce», concludono. (Agi)

PER APPROFONDIRE
A questo link il post in cui Paolo Borrometi commenta i fatti di Vittoria.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più