Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Minacce
Minacce | 24 Mar 2017
CONDIVIDI:

Napoli, giornalista aggredito dopo un’inchiesta. La solidarietà di Fnsi e Sugc al collega Stefano Andreone

Il giornalista Stefano Andreone è stato picchiato da tre persone per un articolo scritto sul giornale online MetNews che egli stesso cura e gestisce. La vicinanza e la solidarietà al collega di Fnsi e Sindacato unitario giornalisti della Campania. «Le forze dell'ordine facciano luce sull'episodio», chiedono.
Il presidente Giulietti nella sede del Sindacato unitario giornalisti della Campania

Il giornalista Stefano Andreone è stato picchiato da tre persone in un bar di Cardito per un articolo scritto sul giornale online MetNews che egli stesso cura e gestisce. Il giornale, che si occupa della cronaca locale dei Comuni a Nord di Napoli, tra le altre cose aveva trattato anche la questione delle mazzette sulle esumazioni. Dopo il suo servizio, il sindaco ha denunciato i dipendenti del cimitero. Gli aggressori gli hanno urlato di non scrivere più di certi argomenti.

La Federazione nazionale della stampa italiana e il Sindacato unitario giornalisti della Campania esprimono solidarietà al collega Andreone, e invitano le forze dell'ordine a fare immediatamente luce sull'episodio individuando e punendo gli autori dell'aggressione. «Non è tollerabile – scrivono in una nota congiunta – che in alcune aree della Campania ci siano zone franche dove la malavita la faccia ancora da padrona. Non ci può essere alcuna tolleranza contro chi utilizza la violenza e contro chi attacca la libertà di stampa».

Il nome di Stefano si aggiunge al lungo elenco di colleghi aggrediti e minacciati in Campania. «Adesso – è l’appello di Fnsi e Sugc – non deve restare solo e deve essere messo nelle condizioni di continuare a fare il suo lavoro. È dovere di tutti i giornalisti fare quadrato attorno a lui e fornirgli quella “scorta mediatica” necessaria a chi, come lui, e come tanti altri freelance, svolge questo lavoro senza avere le spalle coperte da una redazione».

Il sindacato dei giornalisti si costituirà parte civile nel processo contro gli autori di questo ignobile gesto. Intanto il presidente Giulietti sarà a Napoli, martedì, per il ritorno della Mehari di Giancarlo Siani al Pan e in tale occasione incontrerà il collega aggredito.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più