Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Iniziative
Iniziative | 09 Dic 2018
CONDIVIDI:

Per la libertà di stampa e contro il precariato: l'Usigrai con Fnsi e Cnog davanti al Mise

I giornalisti del servizio pubblico saranno presenti all'iniziativa promossa da sindacato e Ordine con una delegazione di colleghi che lavorano nelle reti e nelle testate Rai senza il riconoscimento del 'giusto contratto giornalistico'. Appuntamento lunedì 10 dicembre alle 11 in via Veneto.
Il segretario dell'Usigrai, Vittorio Di Trapani

Con la Fnsi e l'Ordine dei giornalisti, lunedì 10 dicembre davanti alla sede del Mise, per la libertà di stampa e contro il precariato, ci sarà anche l'Usigrai. «Il taglio del fondo per il pluralismo annunciato dal governo – spiegano, in una nota, i giornalisti del servizio pubblico – colpirà i più deboli, colpirà i piccoli giornali, sarà un colpo duro all'occupazione. E ogni voce indebolita o spenta nell'informazione è un danno alla democrazia. Per noi l'art.21 della Costituzione non è solo una dichiarazione di principio: è un impegno dello Stato a rendere possibile quella libertà di espressione».
Per queste ragioni l'Usigrai sarà al fianco della Fnsi e dell'Ordine dei giornalisti davanti al Mise, «e lo farà – conclude la nota – con una delegazione di giornalisti Rai che lavorano nelle reti e nelle testate senza il riconoscimento del Contratto giornalistico e che quindi attendono da anni il 'giusto contratto'».

Cdr Giornale Radio Gr Parlamento: «Solidarietà ai colleghi di Radio Radicale»
Ogni voce, tassello di stampa libera e democrazia, va sostenuta con forza. Per questo la nostra solidarietà va ai colleghi di Radio Radicale che subiscono una riduzione dei finanziamenti pubblici e saremo al loro fianco, insieme alla Fnsi, per ogni iniziativa a loro sostegno. Intendiamo ricordare che l'informazione sui lavori delle Aule e Commissioni Parlamentari è la mission che in Rai e nella nostra testata svolge Gr Parlamento, con un Palinsesto interamente dedicato al lavoro delle Istituzioni. Con trasparenza sull'operato della politica e garanzia di pluralismo. Per questo chiediamo un immediato rilancio del Canale Istituzionale Rai, attraverso risorse adeguate al delicato e prezioso ruolo di Servizio Pubblico che l'Azienda è chiamata a garantire.
Cdr Giornale Radio - Gr Parlamento
Esecutivo UsigRai

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più