Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home |  I libri
CONDIVIDI:

Benedetto XVI Missione compiuta

Lucia Visca

L’addio del Papa che ha disegnato il futuro della Chiesa cattolica tra scandali e congiure

Il Papa si è dimesso. Il 28 febbraio – dopo quasi otto anni dalla sua elezione – Benedetto XVI lascia il pontificato spiegando di non farcela più. Stanco e malato, Joseph Ratzinger ha portato a termine la missione che si era posto: fare un po’ di pulizia e scrivere il canovaccio su come sarà la Chiesa cattolica negli anni a venire. Il conclave che eleggerà il nuovo Papa, infatti, lo ha disegnato lui, creando sempre meno cardinali occidentali e scegliendo i Principi della Chiesa nelle fila del Terzo mondo.
Il primo pontefice dimissionario in tempi moderni, che nell’ultima parte del suo mandato ha dovuto affrontare gli scandali e le incomprensioni interne alla Curia romana. Sebbene le vicende del Vatileaks abbiano scosso i più stretti collaboratori, Ratzinger non ha mai perso di vista l’obiettivo di traghettare la Chiesa cattolica fuori dagli schemi del potere temporale. Benedetto XVI non ha trascinato le folle ma ha risvegliato le passioni intellettuali dei più attenti osservatori del mondo cattolico e, all’interno della comunità ecclesiale, la sua azione e il suo pensiero hanno messo in risalto sempre più lo scollamento fra le gerarchie e i fedeli. Molto per un Papa eletto per essere «di passaggio» e che, al contrario, ha avuto la capacità di pensare una Chiesa post apocalittica.

LUCIA VISCA È giornalista. Già redattore di «Paese Sera», fino al 1983, ha lavorato come redattore capo nelle redazioni di diversi quotidiani del Gruppo Espresso. Attualmente dirige la testata «Atlantedelgiorno». Per Castelvecchi ha pubblicato ‘Pasolini, una morte violenta’ e ‘Propaganda. L’origine della più potente loggia massonica’.

Pgg. 128
Euro 9,50

Castelvecchi Rx

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più