Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Internazionale
Internazionale | 14 Lug 2016
CONDIVIDI:

#AFPwrong, parte la campagna della Ifj contro lo sfruttamento dei fotografi freelance

L’agenzia France Presse sta imponendo nuovi contratti ai fotografi freelance impiegati in Paesi fuori dalla Francia dove i lavoratori godono di tutele garantite dalle normative nazionali. Contratti illegittimi con cui l’agenzia vuole solo sfruttare il lavoro dei fotoreporter senza dare loro nulla in cambio. A lanciare l’allarme è la Ifj, la Federazione internazionale dei giornalisti, che chiede di mobilitarsi per dire #AFPwrong!
La campagna della Ifj #AFPWRONG

L’agenzia France Presse sta imponendo nuovi contratti ai fotografi freelance impiegati in Paesi fuori dalla Francia dove i lavoratori godono di tutele garantite dalle normative nazionali. Contratti illegittimi con cui l’agenzia vuole solo sfruttare il lavoro dei fotoreporter senza dare loro nulla in cambio.

A lanciare l’allarme, e la mobilitazione, è la Federazione internazionale dei giornalisti (Ifj) che urla allo scandalo: «L’azienda – spiega il sindacato mondiale – sta chiedendo ai fotografi di firmare una irrevocabile liberatoria che consentirebbe alla società di utilizzare le loro foto e video su qualsiasi supporto, in qualsiasi lingua, in qualsiasi forma, compresi tutti i prodotti futuri che potranno essere realizzati con le loro opere. Questo è un furto!»

La Ifj, e gli affiliati in Francia, stanno sollecitando tutti i fotografi a non firmare tali contratti e hanno chiesto all’azienda di tornare sui suoi passi e negoziare un accordo collettivo più equo. Appello caduto nel vuoto.

Di fronte al rifiuto dell’editore, la Ifj ha quindi lanciato una mobilitazione e invita tutti gli associati e gli iscritti ai sindacati nazionali ad unirsi alla battaglia «per resistere allo sfruttamento e ottenere contratti più giusti»: sul sito internet della Ifj è stata pubblicata una petizione da firmare per indirizzare alla proprietà dell’agenzia France Presse una lettera in cui ribadire: «Basta contratti capestro. France Presse stai sbagliando #AFPwrong».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più