Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 08 Gen 2019
CONDIVIDI:

Comune di Parma, Aser e Fnsi: «Un errore la revoca del bando per responsabile della comunicazione»

Il sindacato dei giornalisti condivide la proposta del consigliere Lavagetto di reperire risorse per limitare le pesanti conseguenze che il decreto Sicurezza avrà su coloro che si ritroveranno a perdere il diritto alle prestazioni comunali, ma «non si garantisce un servizio sopprimendone un altro», osserva.
La presidente dell'Associazione Stampa Emilia Romagna, Serena Bersani

L'Associazione Stampa dell'Emilia Romagna e la Federazione nazionale della Stampa italiana condividono la proposta del capogruppo Pd in Comune a Parma, Lorenzo Lavagetto, di limitare, istituendo un registro comunale ad hoc, le pesanti conseguenze che il decreto Sicurezza e immigrazione avrà sulle persone in condizione di fragilità che si ritrovano, di colpo, a perdere l'iscrizione all'anagrafe e il diritto alle prestazioni comunali.

Tuttavia il sindacato dei giornalisti, spiegano in una nota Aser e Fnsi, «ritiene contraddittoria la soluzione individuata dal capogruppo Pd per il reperimento delle risorse a sostegno del progetto, attraverso la revoca del bando pubblico per la selezione del responsabile della comunicazione del Comune di Parma. Non si garantisce, infatti, un servizio sopprimendone un altro, indebolendo il sistema dell'informazione che ha, tra i suoi compiti, anche quello di illuminare le periferie e di raccontare il fenomeno dell'immigrazione e il dramma che vivono ogni giorno le persone private dei diritti fondamentali».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più