Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Appelli
Appelli | 10 Ott 2017
CONDIVIDI:

Giornalisti minacciati, appello dell'Usigrai: «Non lasciamo soli i colleghi messicani»

I giornalisti Rai si schierano contro il bavaglio alla stampa in Messico e in numerosi altri Paesi, a partire dalla Turchia. «Il modo migliore per sostenerli è ripubblicare le loro inchieste, farle conoscere, rilanciarle e approfondirle», spiega Vittorio Di Trapani.
La giornalista Adela Navarro Bello (Foto: alchetron.com)

L'Usigrai raccoglie e rilancia l'appello della direttrice del settimanale messicano Zeta, Adela Navarro Bello, che, intervistata dal Tg3, chiede una mobilitazione «da parte delle associazioni di giornalisti, dei giornalisti indipendenti e degli organismi di difesa della libertà di espressione» contro la repressione messicana e in particolare per chiedere verità per i tanti reporter assassinati: «Sono tantissimi i giornalisti che non hanno trovato giustizia, e intanto gli altri giornalisti sono in pericolo».

Da qui l’esortazione del segretario dell'Usigrai, Vittorio di Trapani, a tutto il mondo dell'informazione: «Come abbiamo detto e continuiamo a dire contro il bavaglio ai giornalisti di numerosi altri Paesi, a partire dalla Turchia, il modo migliore per sostenerli è ripubblicare le loro inchieste, farle conoscere, rilanciarle e approfondirle».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più