Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al

Libertà di informazione

Rifiuti, carabinieri in redazione a Fanpage. Il 18 giugno conferenza stampa Fnsi - Sugc a Napoli La polizia giudiziaria ha chiesto di acquisire i filmati grezzi dell'inchiesta. «Bene ha fatto il direttore Francesco Piccinini ad opporsi», commenta il sindacato, che incalza: «La tutela delle fonti è un fondamento della professione giornalistica». Appuntamento alle 11.30 nella sede del giornale. Leggi 
Intimidazioni e mazzette per bloccare l'inchiesta, ma Fanpage non cede. Fnsi e Sugc al fianco dei colleghi «I cronisti che lavorano in prima linea sono continuamente e inevitabilmente sotto attacco. Complimenti al direttore e a tutta la redazione. Ci auguriamo adesso che la magistratura apra un'inchiesta che faccia chiarezza su una vicenda inquietante», commenta il sindacato. Leggi 
Caso Origone, l'avvocata Ballerini: «Ecco perché al processo sarò parte civile per la Fnsi» «Sono convinta che in questo momento sia necessario affermare il diritto a manifestare liberamente le proprie idee e farlo in sicurezza», dice la legale. Che sui fatti di Genova osserva: «Ritengo che le immagini e le testimonianze potranno contribuire in modo determinante a ricostruire l'accaduto». Leggi 
Aversa, la polizia costringe reporter a cancellare le foto. Fnsi e Sugc: «Deriva pericolosa» «È l'ennesimo preoccupante abuso da parte delle forze dell'ordine, abusi sui quali non si può tacere. In un Paese democratico la libertà di informare deve essere garantita in ogni modo e soprattutto da coloro che dovrebbero tutelare l'ordine», commenta il sindacato. Il questore si scusa. Leggi 
Vicenda Origone, la Fnsi a Genova: «Pronti a costituirci parte civile al fianco del collega» Una delegazione composta dal presidente Giulietti, dalla vicesegretaria Alessandra Costante, dal segretario regionale Fabio Azzolini e dal direttore dell'Assostampa regionale ha incontrato i colleghi della redazione di Repubblica e il cronista manganellato qualche giorno fa in piazza. Leggi 
Violenze di Genova, tutti con Stefano Origone. Giulietti: «Fatto grave, non bastano le scuse del questore» Da Pavia, dove si trovava per partecipare alle iniziative organizzate per il quinto anniversario dell'uccisione di Andy Rocchelli, il presidente della Fnsi è tornato su quanto accaduto al giornalista di Repubblica, caricato dalla polizia. «Se il collega lo riterrà opportuno saremo al suo fianco anche in tribunale». Leggi 
Genova, giornalista ferito durante gli scontri al comizio di CasaPound. La solidarietà del sindacato Stefano Origone è stato colpito dai poliziotti impegnati a disperdere gli antifascisti che protestavano contro la manifestazione. Ha riportato la frattura di due dita di una mano e contusioni ed ecchimosi sulla testa e sul corpo. Al suo fianco anche Cgil, Arci, Anpi, Libera, Comunità di San Benedetto al Porto. Leggi 
Ferrara, il capolista della Lega insulta un giornalista. Aser e Fnsi: «Si metta l'animo in pace chi vuole abolire le doma... Su Facebook Nicola Lodi scrive di 'vigliaccheria e non professionismo', definisce il collega 'un verme' e gli promette di aspettarlo sotto lo scalone del palazzo comunale 'dove davanti a migliaia di ferraresi sarà deriso'. «I cronisti della città non si lasceranno intimidire», commenta il sindacato. Leggi 
Noto, il sindaco annuncia querela contro Paolo Borrometi. La solidarietà della Fnsi «L'utilizzo del danno di immagine è una antichissima arma retorica utilizzata contro i giornalisti cui si vuole chiudere la bocca. Saremo in tutte le sedi dalla parte non solo di Borrometi, ma di ogni cronista», commentano il segretario Lorusso e il presidente Giulietti. Leggi 
Bari, violazione del segreto di Stato: archiviata indagine su due giornalisti della Gazzetta Il fascicolo era stato aperto dopo la pubblicazione di una serie di articoli che raccontavano le motivazioni dello scioglimento per infiltrazioni mafiose del Comune di Valenzano. Riconosciuto ai cronisti di aver svolto «una accurata indagine giornalistica» condotta a partire da documenti liberamente consultabili. Leggi 
Ucraina, Kiev nega l'accesso a corrispondente Rai. Fnsi e Usigrai: «Decisione gravissima» Marc Innaro è stato respinto alla frontiera con il suo operatore mentre si stava recando nel Paese per seguire le imminenti elezioni presidenziali. «Evidentemente il governo ucraino ha deciso di ostacolare il libero esercizio del diritto di cronaca», commenta il sindacato. Leggi 
Strasburgo, Sallusti vince la causa sulla condanna per diffamazione. Fnsi: «Basta carcere per i giornalisti» La Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italia per aver violato il diritto alla libertà d'espressione del direttore del Giornale, all'epoca dei fatti alla guida di Libero: pur riconoscendo la giustezza della condanna i giudici hanno ritenuto la pena detentiva «manifestamente sproporzionata». Leggi 
1
2 3 4 5 6 7 8 9 10
Avanti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più