Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Appelli
Appelli | 10 Ott 2018
CONDIVIDI:

Ostia, Fnsi e Cnog: «Lo Stato garantisca la sicurezza di Federica Angeli e di chi contrasta la mafia»

«Lo Stato deve garantire la sicurezza dei miei figli», chiede la giornalista dopo le ripetute minacce scagliate contro di lei dal clan Spada. «Le istituzioni continuino a 'illuminare' i covi della corruzione e del malaffare e rafforzino i controlli e le misure di sicurezza», è l'appello di sindacato e Ordine.
La giornalista Federica Angeli

«Lo Stato deve garantire la sicurezza dei miei figli»: questo l'appello lanciato da Federica Angeli in seguito alle ripetute minacce scagliate contro di lei dal clan Spada che continua a infestare Ostia e dintorni.
La Federazione nazionale della Stampa italiana e l'Ordine nazionale dei giornalisti, nel condividere le parole di Federica Angeli, chiedono alle Autorità di garanzia e alle istituzioni di 'illuminare a giorno' i covi della corruzione e del malaffare e di rafforzare i controlli e le misure di sicurezza a protezione di Federica Angeli, dei suoi familiari e di quei cittadini, riuniti nella associazione Noi Antimafia, che hanno deciso di rialzare la testa e di contrastare corruzione e violenza.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più