Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Servizio pubblico | 08 Ago 2018
CONDIVIDI:

Rai, Fnsi e Usigrai: «Se il Cda non nomina il presidente espone l'azienda a rischi e gravi danni»

«Come è ormai evidente a tutti, il Consiglio di amministrazione in queste condizioni non può operare. Non procedere con urgenza alla nomina equivale a costringere la Rai all'inazione: il danno sarebbe evidente. Le responsabilità anche. In sede civile, quanto dinanzi alla Corte dei Conti», rileva il sindacato.
Rai, Fnsi e Usigrai: «Se il Cda non nomina il presidente espone l'azienda a rischi»

«Se il Cda della Rai non nomina il presidente espone l'azienda a rischi e gravi danni. Il Consiglio di amministrazione ha un dovere e una opportunità. Ha il dovere di completare i vertici, nominando il presidente. Una opportunità per rimediare al diktat governativo accettato con la nomina di Foa e per riprendersi la propria autonomia». Lo affermano, in una nota congiunta, Fnsi e Usigrai.

«Come è ormai evidente a tutti, il Cda in queste condizioni non può operare. Quindi, non procedere con urgenza alla nomina equivale a costringere l'azienda alla inazione: il danno sarebbe evidente. Le responsabilità anche. In sede civile, quanto dinanzi alla Corte dei Conti», conclude la nota.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più