Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Internazionale
Internazionale | 08 Nov 2018
CONDIVIDI:

Turchia, definì Erdogan dittatore: condannato il giornalista Husnu Mahalli

Una corte di Istanbul gli ha inflitto 2 anni e 5 mesi per l'appellativo e un anno e 8 mesi per 'ingiuria' nei confronti di pubblici ufficiali turchi. Mahalli aveva anche accusato i media vicini al governo di non aver riportato in maniera imparziale le notizie provenienti da Aleppo.
Il giornalista Husnu Mahalli (Foto: bianet.org)

Una corte di Istanbul ha condannato il giornalista Husnu Mahalli a 2 anni e 5 mesi per aver definito 'dittatore' il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e a un anno e 8 mesi per 'ingiuria' nei confronti di pubblici ufficiali turchi. I giudizi costati la condanna al giornalista sono stati espressi attraverso l'account twitter di Mahalli.
La sera del 13 dicembre 2016 la polizia ha fatto irruzione nell'abitazione di Mahalli, sequestrandone il computer e il materiale digitale, dopo che il giornalista aveva polemizzato duramente contro l'emittente filo governativa A-Haber, in un talk show della quale è stato poi additato come 'traditore della patria'.
Mahalli aveva anche accusato i media vicini al governo di non aver riportato in maniera imparziale le notizie provenienti da Aleppo.
Siriano, nato a Jarabulus nel 1949, a pochi chilometri dal confine turco, Mahalli si trasferisce in Turchia per portare avanti gli studi universitari, completati i quali collaborerà con diverse emittenti dei paesi arabi e media internazionali come Bbc e Nbv. (Agi – Istanbul, 8 novembre 2018)

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più