Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 19 Giu 2020
CONDIVIDI:

Verona, processi off limits per la stampa. La protesta di Ordine e sindacato regionali

«La decisione di escludere gli operatori dei media priva i cittadini del diritto di sapere cosa accade nelle aule di giustizia», lamentano i rappresentanti dei giornalisti veneti, che chiedono «una maggiore attenzione da parte degli uffici giudiziari per il loro lavoro e per il diritto dei cittadini a essere informati».
Verona, processi off limits per la stampa. La protesta di Ordine e sindacato regionali

«La decisione di escludere da tutte le aule penali i giornalisti priva i cittadini del diritto di sapere cosa accade nelle aule di giustizia». Lo denunciano Ordine e Sindacato dei giornalisti del Veneto di fronte alla scelta della presidente del Tribunale di Verona, Antonella Magaraggia, di svolgere i processi a porte chiuse per via dell'emergenza coronavirus.

«Ciò nonostante in altri Palazzi di Giustizia, come quelli di Venezia e Padova, sia stata operata una scelta di maggiore apertura, consentendo la partecipazione della stampa ai processi di maggiore importanza, nel rispetto delle norme di sicurezza», spiegano in una nota congiunta i rappresentanti dei giornalisti veneti.

«I giornalisti non chiedono privilegi, né pretendono di poter violare i protocolli per limitare il contagio: semplicemente chiedono una maggiore attenzione da parte degli uffici giudiziari per il loro lavoro e per il diritto dei cittadini a essere informati».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più