Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Minacce
Minacce | 09 Ago 2018
CONDIVIDI:

Insulti al giornalista Federico Gervasoni, la Fnsi pronta a costituirsi parte civile

Il presidente Giulietti in visita a Brescia per portare al collega la solidarietà di Federazione della Stampa, Associazione Stampa Subalpina, Ordine dei giornalisti del Piemonte e Cdr della Stampa.
Il presidente Giulietti con Federico Gervasoni

«Siamo pronti a costituirci parte civile nell'eventuale processo contro chi ha minacciato e insultato Federico Gervasoni, collaboratore della Stampa, per le sue inchieste sui gruppi neofascisti a Brescia, città medaglia d'argento per la Resistenza, insanguinata dalle bombe nere a Piazza della Loggia». Lo ha dichiarato il presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana, Giuseppe Giulietti, che ha portato al cronista la solidarietà della Fnsi, dell'Associazione Stampa Subalpina, dell'Ordine dei giornalisti del Piemonte e del Comitato di redazione della Stampa.

«Tutte le istituzioni dei giornalisti assisteranno Federico nelle iniziative che intenderà promuovere. Questo comune impegno è stato riaffermato anche nell'incontro che l'Anpi di Brescia ed il suo presidente, Lucio Pedroni, hanno promosso con la vicesindaca Laura Castelletti – spiega una nota del sindacato – che ha voluto ribadire l'impegno del Comune a tenere accesi i riflettori sulla vicenda e a non lasciare solo Federico Gervasoni».

Il presidente della Fnsi, anche a nome delle altre istituzioni dei giornalisti, ha inoltre riaffermato «l'impegno a riprendere le inchieste di Gervasoni e di denunciare in ogni sede qualsiasi forma di minaccia e di intimidazione».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più