Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Libertà di informazione | 11 Giu 2019
CONDIVIDI:

Intimidazioni e mazzette per bloccare l'inchiesta, ma Fanpage non cede. Fnsi e Sugc al fianco dei colleghi

«I cronisti che lavorano in prima linea sono continuamente e inevitabilmente sotto attacco. Complimenti al direttore e a tutta la redazione. Ci auguriamo adesso che la magistratura apra un'inchiesta che faccia chiarezza su una vicenda inquietante», commenta il sindacato.
La home page di Fanpage.it

Il Sindacato unitario giornalisti della Campania e la Federazione nazionale della Stampa italiana sono al fianco dei colleghi di Fanpage.it che hanno respinto intimidazioni e mazzette e hanno portato a termine la loro inchiesta sui rifiuti.

«I cronisti che lavorano in prima linea – commenta il sindacato – sono continuamente e inevitabilmente sotto attacco. Complimenti al direttore e a tutta la redazione. Ci auguriamo adesso che la magistratura apra un'inchiesta che faccia chiarezza su una vicenda inquietante che, per ora, ha già portato alle dimissioni del consulente del governo Fabrizio Ghedin. Abbiamo invitato i colleghi a partecipare ad una manifestazione che nei prossimi giorni si terrà a San Giovanni a Teduccio alla quale parleranno giornalisti minacciati provenienti da tutta Italia».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più