Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 12 Mar 2018
CONDIVIDI:

Maurizio Sarri contro la giornalista Titti Improta, Sugc e Fnsi: «Atteggiamento violento e sessista»

A una domanda della cronista di Canale21 durante la conferenza stampa dopo la partita con l'Inter, l'allenatore del Napoli ha risposto: «Sei una donna, sei carina e per questi due motivi non ti mando aff…». Alla collega la solidarietà del sindacato, che commenta: «Risposta violenta, intrisa di maschilismo e di sessismo e assolutamente inaccettabile, così come le risate compiacenti di alcuni dei presenti».
Maurizio Sarri durante la conferenza stampa (Foto: Tv Luna)

L'allenatore del Napoli Maurizio Sarri, durante la conferenza stampa del post-partita di Inter-Napoli, ad una domanda della giornalista di Canale21 Titti Improta, segretaria del consiglio dell'Ordine dei giornalisti della Campania, ha detto: «Non ti mando a fanculo perché sei una donna e sei carina».

«La risposta dell'allenatore oltre ad essere violenta è intrisa di maschilismo e di sessismo e non è assolutamente accettabile, così come le risate compiacenti di alcuni dei giornalisti presenti. Le scuse private di Sarri servono a ben poco, dopo avere umiliato la giornalista davanti alla platea, quasi tutta maschile, dei cronisti sportivi», commentano la Federazione Nazionale della Stampa Italiana e il Sindacato unitario giornalisti della Campania.

«Saremmo curiosi di sapere – proseguono i rappresentanti dei giornalisti – che risposta avrebbe dato, invece, ad un uomo. Siamo convinti che gli atteggiamenti violenti e discriminatori vadano sanzionati e ci aspettiamo una presa di posizione ufficiale da parte della Società calcio Napoli. Alla collega va tutta la nostra solidarietà».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più