CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Insulti via social a Cinzia Fiorato, la solidarietà di Cpo Fnsi e Cpo Usigrai
Cpo-Fnsi 18 Apr 2021

Insulti via social a Cinzia Fiorato, la solidarietà di Cpo Fnsi e Cpo Usigrai

Le Commissioni Pari Opportunità stigmatizzano «comportamenti intollerabili e gravi manifestazioni di violenza di genere» di cui è stata vittima la giornalista del Tg1 e si schierano al suo fianco «in tutte le azioni che deciderà di intentare».

«Linguaggio fortemente sessista, commenti misogini, attacchi violenti alla professionalità e alla dignità, allusioni e minacce: Cpo Fnsi e Cpo Usigrai condannano l'aggressione subita, sui social, da Cinzia Fiorato, giornalista del Tg1, intervenuta in difesa di una collega, da parte di Riccardo Catola, già iscritto all'Ordine dei giornalisti, da cui è uscito, pur vantando, a corredo dei suoi post "una storia professionale lunga, variegata e in costante ascesa" e continuando a essere titolare di una agenzia di comunicazione». Così, in una nota congiunta, le Commissioni Pari Opportunità della Federazione nazionale della Stampa italiana e dell'Usigrai.

«Espressioni come "sessismo e omofobia sono cazzate", parole e toni che istigano alla violenza, "è pure bonazza, avrebbe bisogno di una bella ripassata", e sarcasmo – aggiungono – su un episodio di stalking di cui la collega è stata vittima (con condanna di un pregiudicato) sono comportamenti intollerabili e gravi manifestazioni di violenza di genere, da denunciare e sanzionare con ogni mezzo».

Cpo Fnsi e Cpo Usigrai «sono al fianco di Cinzia Fiorato in tutte le azioni che deciderà di intentare nei confronti di un soggetto che ha violato le più elementari norme di  civiltà e rispetto».

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più