Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 25 Feb 2020
CONDIVIDI:

Licenziata la vicedirettrice de La Nazione. Ast al fianco della collega: «Decisione illegittima e intollerabile»

Il sindacato regionale, «oltre a denunciare con forza l'inaccettabile comportamento dell'editore, esprime non solo piena solidarietà alla giornalista, ma si mette a sua disposizione, tutelandola anche attraverso i suoi legali e consulenti».
La sede de La Nazione a Firenze

«Non bastano, alla Poligrafici Editoriale, i prepensionamenti passati e quelli che, presumibilmente, otterrà in un prossimo futuro. Oggi il Gruppo guidato da Andrea  Riffeser Monti, che è anche presidente della Federazione degli editori di giornali, decide di ridurre i costi licenziando in tronco. Come ha appena fatto, in maniera del tutto illegittima, con la vicedirettrice de La Nazione, che da quasi quarant'anni ha lavorato con grande impegno professionale all'uscita del giornale». Lo denuncia, in una nota, l'Associazione Stampa Toscana.

«La collega – spiega l'Ast – è stata chiamata dal capo del personale il quale le ha consegnato una lettera di poche righe con la frase allucinante: risoluzione immediata del rapporto di lavoro. Senza motivazione. E facendola precipitare in un baratro: senza più stipendio e, ancora per diversi anni, senza poter accedere alla pensione».

L'Associazione Stampa Toscana, conclude il sindacato regionale, «oltre a denunciare con forza l'inaccettabile comportamento dell'editore, esprime non solo piena solidarietà alla collega, ma si mette a sua disposizione, tutelandola anche attraverso i suoi legali e consulenti, e dichiara di esserle al fianco, da subito, in ogni azione che deciderà di intraprendere al fine di ottenere giustizia di fronte a una decisione aziendale assolutamente intollerabile.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più