Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 20 Set 2020
CONDIVIDI:

Piano di sviluppo rurale della Puglia, Fnsi e Assostampa: «No a tentativi di imbavagliare l'informazione»

«Ci auguriamo, campagne elettorali a parte, che questo esercizio di intolleranza nei confronti di notizie scomode finisca quanto prima», rileva il sindacato all'indomani del comunicato con cui l'onorevole Pd Ubaldo Pagano ha stigmatizzato un articolo del Quotidiano di Lecce, Brindisi e Taranto.
Il presidente dell'Assostampa Puglia, Bepi Martellotta

«Provare a mettere il bavaglio ad un giornale, il Quotidiano di Puglia, è un esercizio che ci saremmo aspettati da altri esponenti politici, non dall'onorevole del Pd Ubaldo Pagano, da tempo attento alle vicende difficili che colpiscono l'editoria pugliese e protagonista di proposte normative il cui obiettivo era arginarle». Lo affermano, in una nota congiunta, Associazione della Stampa di Puglia e Federazione nazionale della Stampa italiana all'indomani del comunicato con cui il parlamentare Pd ha stigmatizzato un articolo pubblicato dal Quotidiano di Lecce, Brindisi e Taranto incentrato sul Piano di sviluppo rurale della Regione.

«Ai giornalisti non tocca esprimere giudizi, sebbene la libertà di espressione sia tutelata dalla Costituzione a cui il parlamentare Pd ha giurato fedeltà. Tocca raccontare fatti, come ha fatto il 'Quotidiano' riportando le vicissitudini incontrate dal Piano regionale sull'agricoltura – riferiscono Assostampa e Fnsi – e i numerosi ricorsi in cui è incappato dinanzi al Tar. Darne conto non significa ostacolare la procedura che la Regione ha già avviato per sbloccare quei fondi, ma informare i cittadini di ciò che accade nel loro territorio. Ci auguriamo, campagne elettorali a parte – concludono Assostampa e Fnsi – che questo esercizio di intolleranza nei confronti di notizie scomode finisca quanto prima, rinnovando a tutti i colleghi del 'Quotidiano' la vicinanza e il sostegno del sindacato nazionale e regionale ad andare avanti, piaccia o no a qualcuno».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più