CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Una foto tratta dal profilo Facebook di Adil Belakhdim
Cronaca 18 Giu 2021

Sindacalista investito a Novara, Usigrai: «Moltiplicare l'impegno nel raccontare il lavoro»

Quanto accaduto ad Adil Belakhdim, «ci lascia sgomenti», rilevano i rappresentanti dei giornalisti del servizio pubblico. «Quello che possiamo fare di fronte a questa tragedia - aggiungono - è denunciare le violazioni dei diritti, dare voce a chi quei diritti non li ha».

«Non si può morire di lavoro. Non si può morire lottando per i diritti sul lavoro. L'uccisione del sindacalista Cobas, Adil Belakhdim, a Novara ci lascia sgomenti». Lo afferma, in una nota, l'esecutivo Usigrai.

«Di fronte a questa tragedia – rilevano i rappresentanti dei giornalisti del servizio pubblico – quello che possiamo fare come sindacalisti è moltiplicare i nostri sforzi nel difendere, ovunque, la dignità del lavoro. Come giornalisti, è moltiplicare l'impegno nel raccontare il lavoro, le storie di lavoratrici e lavoratori, denunciare le violazioni dei diritti, dare voce a chi quei diritti non li ha, se li vede negati, a chi lotta per conquistarli».

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più