Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Giudiziaria
Giudiziaria | 25 Feb 2020
CONDIVIDI:

Aggressione ai giornalisti dell'Espresso, chiesti 6 anni per Castellino e Nardulli

È la richiesta avanzata dal pm di Roma Eugenio Albamonte nel corso dell'udienza tenutasi oggi, martedì 25 febbraio. Federico Marconi e Paolo Marchetti vennero aggrediti al cimitero del Verano, a Roma, il 7 gennaio 2019 in occasione di una commemorazione dei morti di Acca Larentia.
Il tribunale di Roma (Foto: tribunale.roma.giustizia.it)

Condannare a 6 anni ciascuno Vincenzo Nardulli, esponente di Avanguardia nazionale, e il leader romano di Forza Nuova, Giuliano Castellino, accusati di rapina aggravata e lesioni nei confronti dei giornalisti dell'Espresso Federico Marconi e Paolo Marchetti. È la richiesta avanzata dal pm di Roma Eugenio Albamonte nel corso dell'udienza tenutasi oggi, martedì 25 febbraio 2020.

A rappresentare la Fnsi, costituitasi parte civile, era presente in aula l'avvocato Giulio Vasaturo, che nell'arringa finale ha ribadito come qualunque tentativo di impedire ad un giornalista di svolgere il proprio lavoro sia un tentativo di limitare la libertà di stampa quale bene sancito dalla Costituzione e, dunque, il diritto dei cittadini a essere informati. Il processo è stato rinviato al 26 marzo.

Federico Marconi e Paolo Marchetti vennero aggrediti al cimitero del Verano, a Roma, il 7 gennaio 2019 in occasione di una commemorazione dei morti di Acca Larentia.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più