CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Fnsi 11 Mar 2002

Nuovo attacco di Galan a Raitre. Fnsi, Usigrai e Sindacato veneto: "Ora risponda il nuovo Cda"

Nuovo attacco di Galan a Raitre. Fnsi, Usigrai e Sindacato veneto: "Ora risponda il nuovo Cda"

Nuovo attacco di Galan a Raitre. Fnsi, Usigrai e Sindacato veneto: "Ora risponda il nuovo Cda"

''Sara' bene che agli attacchi dei quali sono oggetto le redazioni regionali, in Veneto e altrove, cominci a rispondere il nuovo Consiglio di Amministrazione della Rai''. Lo sostengono, in una nota congiunta, Fnsi, Usigrai e Sindacato dei giornalisti del Veneto. ''Per il sindacato dei giornalisti la situazione e' giunta al livello di guardia'', spiegano e annunciano che nei prossimi giorni ''daranno vita ad un'iniziativa pubblica per esprimere solidarieta' ai colleghi della Rai di Venezia e far intendere nel modo piu' chiaro che la categoria non si fara' intimidire''. Il sindacato spiega infatti che ''il Presidente della Giunta del Veneto, Galan, e' tornato ad insolentire i giornalisti della sede regionale della Rai. Ma ancora una volta le pesanti accuse di faziosita' non hanno retto alla prova dei fatti: di fronte ai dati che dimostrano l'equilibrio professionale della redazione, Galan e' stato costretto a correggere il tiro, e non potendo lamentare discriminazioni sul tempo a sua disposizione ha dovuto prendersela con la 'qualita' del messaggio'. La verita' e' che Galan intende il giornalismo come pura esaltazione del potere politico di turno e mal tollera un atteggiamento non servile, considerando la Rai bottino di guerra di chi ha vinto le elezioni. Come altri suoi colleghi Presidenti di giunta, finge di chiedere una Rai piu' aderente al territorio, ma in mente ha un servizio pubblico che svolga per lui le funzioni di ufficio-stampa''.

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più