Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Premi e Concorsi
Premi e Concorsi | 05 Feb 2020
CONDIVIDI:

Premio Francese a Nello Scavo e Umberto Santino. Il 6 febbraio a Palermo la consegna dei riconoscimenti

Premiati anche Tullio Filippone, giovane collaboratore di Repubblica, e Gaetano Scariolo, giornalista siracusano che per i suoi articoli pubblicati sul Giornale di Sicilia è diventato un personaggio scomodo e per questo ha subito l'incendio dell'automobile. Appuntamento dalle 10 al Real Teatro Santa Cecilia.
Premio Francese, il 6 febbraio la cerimonia (Foto: assostampasicilia.it)

L'impegno professionale e civile nella ricerca della verità. È il filo conduttore del XXIII Premio nazionale di giornalismo Mario e Giuseppe Francese, in programma giovedì 6 febbraio dalle ore 10 al Real Teatro Santa Cecilia di Palermo, giorno in cui il cronista di giudiziaria del Giornale di Sicilia, ucciso dalla mafia il 26 gennaio del 1979, avrebbe compiuto 95 anni. Nello Scavo, giornalista di Avvenire, e Umberto Santino, fondatore del Centro siciliano di documentazione Giuseppe Impastato, sono i due vincitori del Premio Mario Francese che quest'anno ha coinvolto ben 16 istituti superiori siciliani impegnati in un esercizio di memoria attraverso il moderno linguaggio dei cortometraggi.

Un modello di giornalismo, espressione di un impegno civile sostenuto dalla forza dell'autonomia professionale, ha spinto la commissione del premio a scegliere Nello Scavo, cronista e reporter di guerra di 'Avvenire' che, dall'autunno scorso, vive sotto protezione per i risultati di una sua inchiesta sul traffico di migranti nel Mediterraneo.

Tullio Filippone, giovane collaboratore di Repubblica, è stato invece scelto per il Premio Giuseppe Francese. Filippone ha portato a galla la storia della professoressa Rosellina Dell'Aria, che sarà presente in teatro, sospesa per 15 giorni dall'Ufficio scolastico provinciale con l'accusa di non avere vigilato su un lavoro dei suoi studenti, che avevano accostato i decreti sicurezza alle leggi razziali.

Cronista di nera di grande coraggio, abituato a vivere in prima linea sul territorio, Gaetano Scariolo ha ricevuto la menzione speciale di questa edizione. Il giornalista siracusano, per i suoi articoli pubblicati sul Giornale di Sicilia, è diventato un personaggio scomodo e per questo ha subito l'incendio dell'automobile.

Momento centrale della cerimonia, che sarà condotta dai giornalisti Lidia Tilotta e Luigi Perollo, sarà l'incontro dibattito con i  premiati, il presidente dell'Ordine nazionale dei giornalisti Carlo Verna, i componenti della Commissione del Premio Gaetano Savatteri, Giulio Francese, figlio di Mario e presidente dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, Felice Cavallaro, inviato del Corriere della Sera, Salvatore Cusimano, direttore Rai Sicilia, Franco Nicastro, componente della giunta dell'Ordine nazionale e Riccardo Arena, consigliere dell'Ordine regionale. (Ansa)

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più