Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 18 Giu 2020
CONDIVIDI:

Napoli, giornalisti attaccati via social da esponenti dei centri sociali. La solidarietà del Sugc

«È ora di mettere fine al clima di odio e intimidazione nei confronti dei cronisti», commenta l'Assostampa regionale, che esprime «pieno sostegno» ai colleghi, «pronta ad affiancarli in qualsiasi iniziativa vorranno mettere in campo». La denuncia del Cdr del Mattino.
Il segretario del Sugc, Claudio Silvestri

Il Sindacato unitario giornalisti della Campania è al fianco dei colleghi del Mattino Giuseppe Crimaldi e Valerio Esca, dei colleghi del Fatto Quotidiano e di altri organi di informazione che sui social hanno subìto attacchi e intimidazioni da esponenti dei centri sociali solo per aver raccontato quanto accaduto nel weekend in piazza San Domenico Maggiore, a Napoli.
«In particolare – spiega una nota dell'Assostampa – il collega Crimaldi è finito nel mirino anche per l'incarico di presidente dell'associazione Italia-Israele: nel post pubblicato sui social si tira in ballo il conflitto tra Israeliani e Palestinesi che nulla ha a che vedere con la vicenda di cronaca cittadina. Il Sugc esprime pieno sostegno ai colleghi ed è pronto ad affiancarli in qualsiasi iniziativa vorranno mettere in campo. È ora di mettere fine al clima di odio e intimidazione nei confronti dei giornalisti».

PER APPROFONDIRE
Di seguito il comunicato del Comitato di redazione del Mattino.

Il Cdr del quotidiano Il Mattino esprime sostegno e vicinanza ai colleghi Giuseppe Crimaldi e Valerio Esca che sui social network hanno subìto attacchi e intimidazioni da esponenti dei centri sociali solo per aver raccontato quanto accaduto nel weekend in piazza San Domenico Maggiore. Il Cdr invita i colleghi ad andare avanti nella consapevolezza che non si lasceranno fermare da chi cerca di limitare e condizionare il diritto di cronaca.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più