CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
La neopresidente del Parlamento Ue, Roberta Metsola (Foto: European Union 2022)
Istituzioni 18 Gen 2022

Roberta Metsola nuova presidente del Parlamento Ue: «Raccoglierò l'eredità di David Sassoli»

La deputata maltese, candidata del Ppe, è la più giovane eletta al vertice l'Assemblea. È stata relatrice di un testo contro l'abuso dei ricorsi legali come strumento per imbavagliare la libertà di stampa. Nel suo discorso il ricordo di Daphne Caruana Galizia e Jan Kuciak.

Roberta Metsola, candidata del Ppe, è la nuova presidente del Parlamento europeo. Lo hanno stabilito gli eurodeputati in sessione plenaria martedì 18 gennaio 2022. La politica maltese, eletta con 458 voti, è la più giovane presidente dell'Assemblea di Strasburgo: nata il 18 gennaio 1979, è la terza donna nella storia dell'Eurocamera a rivestire questo incarico. «Lavorerò e farò del mio meglio, come presidente del Parlamento, per raccogliere l'eredità di David Sassoli, che è stato un combattente per l'Europa e per questo Parlamento», ha detto dopo l'elezione.

«Onorerò David Sassoli come presidente battendomi sempre per l'Europa. Voglio che le persone recuperino un senso di fede ed entusiasmo nei confronti del nostro progetto. Credo in uno spazio condiviso più giusto, equo e solidale», ha aggiunto. «La disinformazione nel periodo pandemico ha alimentato isolazionismo, e nazionalismo, queste sono false illusioni, l'Europa è l'esatto opposto di questo», ha poi osservato la neopresidente, che ha anche ricordato Daphne Caruana Galizia e Jan Kuciak: «La vostra lotta per la giustizia e la verità è anche la nostra».

Il 31 maggio 2021 l'allora vice presidente Metsola incontrò in videoconferenza il presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti, insieme con l'avvocato Giulio Vasaturo, la rappresentante dell'associazione Articolo21 Graziella Di Mambro e il giornalista maltese Manuel Delia: era la relatrice di un testo contro le azioni legali vessatorie (le querele bavaglio o Slapp, nell'acronimo inglese), il cui obiettivo è limitare l'abuso dei ricorsi legali come strumento per influenzare la libertà di espressione e manipolare la libertà di stampa.

@fnsisocial

Articoli correlati