CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Caso Regeni, al via il processo agli 007 egiziani (Foto: @IreneBenzop)
Giudiziaria 14 Ott 2021

Caso Regeni, al via il processo agli 007 egiziani

Nell'aula bunker di Rebibbia i genitori e la sorella di Giulio con la legale della famiglia, Alessandra Ballerini. «Siamo qui per proteggere la verità», ha detto l'avvocata. Anche la presidenza del Consiglio dei ministri ha deciso di costituirsi parte civile. Assenti gli imputati.

Al via oggi, 14 ottobre, nel giorno dedicato alla scorta mediatica, il processo nei confronti dei quattro 007 egiziani accusati del sequestro, delle torture e dell'omicidio di Giulio Regeni. I quattro agenti della National Security, individuati grazie alle indagini della Procura di Roma, sono il generale Sabir Tariq, i colonnelli Usham Helmi, Athar Kamel Mohamed Ibrahim, e Magdi Ibrahim Abdelal Sharif per il reato di sequestro di persona pluriaggravato, e nei confronti di quest'ultimo i pm contestano anche il concorso in lesioni personali aggravate e il concorso in omicidio aggravato. I quattro non erano presenti.

Nell'aula bunker di Rebibbia i genitori di Giulio Paola Deffendi e Claudio Regeni e la sorella Irene, accompagnati dalla loro legale, l'avvocata Alessandra Ballerini, parte civile nel procedimento. Anche la presidenza del Consiglio dei ministri ha deciso di costituirsi parte civile nel processo e l'avvocato dello Stato ha depositato l'istanza.

«Dopo cinque anni di faticosa battaglia non vogliamo un processo a tutti i costi, ma un processo che sia regolare. Siamo qui per proteggere la verità», ha detto l'avvocata Ballerini intervenendo in aula nel corso dell'udienza.

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più