CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Cdr e Fiduciari Usigrai: «La Rai sia centrale nella ripartenza del Paese» (Foto: @Raiofficialnews)
Servizio pubblico 18 Feb 2021

L'assemblea dei Cdr e dei fiduciari Usigrai: «La Rai sia parte centrale nella ripartenza del Paese»

Per i rappresentanti dei giornalisti, la tv pubblica «è un pilastro decisivo per accompagnare le trasformazioni» di cui l'Italia ha bisogno e, in questa ottica, «è urgente e prioritario» approvare una riforma che «finalmente la liberi dal controllo di governi e partiti, per procedere così al rinnovo dei vertici entro la scadenza con regole nuove».

L'assemblea dei Cdr e dei fiduciari della Rai ritiene che la Rai possa e debba essere parte centrale nella ripartenza del Paese. «La più grande azienda culturale d'Italia – si legge in un documento approvato all'unanimità nella riunione online – è un pilastro decisivo per accompagnare la trasformazione tecnologica ed ecologica, la valorizzazione della coesione sociale, il raggiungimento di una piena e concreta parità di genere. In questa ottica, è urgente e prioritario che il Parlamento approvi una legge di riforma che finalmente liberi la Rai dal controllo dei governi e dei partiti, per procedere così al rinnovo dei vertici entro la scadenza con regole nuove».

Il governo, rilevano i rappresentanti dei giornalisti del servizio pubblico, «ha una larghissima maggioranza e i disegni di legge in Parlamento ci sono: serve solo una forte volontà politica di tradurre in fatti gli annunci più volte reiterati di restituire la Rai ai cittadini. È questa la condizione indispensabile per un piano di riorganizzazione e di rilancio della Rai Servizio Pubblico, e il riconoscimento di risorse certe e adeguate per realizzare gli obiettivi del Contratto di Servizio».

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più