Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 11 Nov 2019
CONDIVIDI:

'Non uccidete l'informazione', il 13 novembre a Milano assemblea dei Cdr e dibattito sul futuro dell'editoria

«I recenti avvenimenti ci inducono a convocare un confronto pubblico sulla grave situazione del settore», anticipa l'Associazione Lombarda dei Giornalisti. L'appuntamento è a partire dalla 10.30 nei locali del cinema Anteo, piazza Venticinque Aprile, 8.
La locandina dell'iniziativa (particolare)

«I recenti avvenimenti che hanno interessato l'editoria lombarda, già provata da un decennio di crisi pesante, ci inducono a convocare a Milano, per mercoledì 13 novembre, un grande dibattito pubblico sulla grave situazione del settore». Lo annuncia, con una nota pubblicata anche sul sito web dell'Assostampa, l'Associazione Lombarda dei Giornalisti.

«È infatti in corso – spiega l'Alg – lo smantellamento di Mondadori periodici, che contava 500 giornalisti soltanto dieci anni fa ed è ora poco sopra al centinaio e sono in difficoltà in generale praticamente tutte le altre editrici di periodici; continua la pesante crisi de Il Giorno, che sta avviando con l'editore una dura vertenza; sono in una situazione pesante quasi tutte le testate locali, comprese le Tv. Il comparto, un tempo fiore all'occhiello dell'imprenditoria lombarda, da anni fa registrare crolli di fatturati, guadagni in picchiata e una vera e propria emorragia di posti di lavoro in un trend che pare irreversibile».

L'Associazione Lombarda Giornalisti, ritiene che il tema vada affrontato nella sua interezza e che non possa prescindere anche dall'impegno e dall'intervento delle istituzioni e della politica. «La crisi delle testate giornalistiche – prosegue l'Assostampa – non ha solo risvolti economici. Mette infatti a repentaglio un bene imprescindibile e tutelato dalla Costituzione, quello del pluralismo dell'informazione e della sua qualità. Il diritto di tutti i cittadini ad essere informati e l'esistenza stessa della libera stampa. Non è un tema da poco, pensiamo che tutti i cittadini dovrebbero essere responsabilizzati e che il mondo politico debba essere al fianco del mondo dell'informazione, il sindacato e gli editori, aiutandolo a uscire da una situazione che ancora non dà segni reali di miglioramento. Cambiano i modelli, i supporti, le tecnologie, ma non si riesce a capire come si possa salvare l’informazione professionale e di qualità».

Per questo, conclude il sindacato regionale, «la Alg organizza l'evento del 13 novembre, che si terrà nei locali del cinema Anteo (inizio ore 10.30). Saranno convocati tutti i comitati di redazione, le rappresentanze sindacali interne delle testate lombarde, ma anche tutti i colleghi che vorranno partecipare».

Alla giornata, cui parteciperà anche il segretario generale della Federazione nazionale della Stampa italiana, Raffaele Lorusso, sono invitati tutti i parlamentari lombardi, i consiglieri della Regione Lombardia e della giunta del Comune di Milano, i sindaci dei capoluoghi di provincia lombardi.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più