CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Rinviata l'assemblea degli azionisti Rai, Fnsi e Usigrai: «Partiti e governo prendono tempo per lottizzare»
Servizio pubblico 03 Giu 2021

Rinviata l'assemblea degli azionisti Rai, Fnsi e Usigrai: «Partiti e governo prendono tempo per lottizzare»

«Un rinvio che fa male all'azienda» e che «lascerà nel pantano il servizio pubblico per altri due mesi almeno». Il bilancio è stato approvato dal Cda, «non c'è motivo alcuno per non svolgere la riunione e chiudere così il mandato dell'attuale vertice», lamenta il sindacato.

«Un rinvio che fa male alla Rai. Un rinvio che si spiega solo con l'esigenza di partiti e governo di avere più tempo per trovare la quadra su come occupare e lottizzare. Il bilancio della Rai è approvato dal Cda: non c'è motivo alcuno per non svolgere l'assemblea degli azionisti per l'approvazione definitiva, chiudendo così il mandato dell'attuale vertice. Questo rinvio lascerà nel pantano l'azienda di servizio pubblico per altri 2 mesi almeno». Così, in una nota congiunta, Federazione nazionale della Stampa italiana e Usigrai commentano il differimento della riunione prevista per il 14 giugno.

«Un governo e una maggioranza molto larga – incalzano – ci avevano detto che non si poteva approvare la riforma della Rai perché bisognava far presto, rinnovare il Cda. Se si doveva prender tempo allora sarebbe stato auspicabile che almeno lo si facesse per riformare la governance rispettando le sentenze della Corte costituzionale. Ma, a quanto pare, la svolta può attendere: gli interessi dell'occupazione ancora una volta vengono prima di quelli di un Paese che ha bisogno con urgenza del rilancio della Rai servizio pubblico».

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più