Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Internazionale
Internazionale | 16 Mag 2020
CONDIVIDI:

Albania, Ora News a rischio chiusura per le leggi sull'emergenza sanitaria

Le autorità sanitarie hanno multato l'emittente televisiva e ordinato di interrompere le trasmissioni dopo che due conduttori hanno ospitato in studio tre persone invece delle due consentite dalle regole del lockdown. «Un attacco alla libertà di espressione», denuncia il caporedattore Brahim Shima. E anche il presidente della Repubblica si dichiara «profondamente preoccupato».
Albania, Ora News a rischio chiusura per le leggi sull'emergenza sanitaria (Foto: @OraNewsRTV)

Ora News Rtv, una delle più grandi emittenti televisive albanesi, ha reso noto di aver ricevuto un ordine di chiusura a tempo indeterminato e di essere stata multata dalle autorità sanitarie nazionali perché accusata di non aver rispettato le misure sul distanziamento sociale durante i suoi programmi. Lo riporta l'agenzia di stampa Associated Press.

L'Ispettorato statale per la salute, ha spiegato l'emittente privata, ha multato l'azienda per 2 milioni di lek albanesi (oltre 16mila euro) e ordinato di interrompere le trasmissioni dopo che due conduttori hanno ospitato in studio tre persone invece delle due consentite secondo le regole del lockdown.

I due anchormen hanno criticato il primo ministro Edi Rama e il suo partito socialista di sinistra. «Non stanno chiudendo l'attività, ma la libertà di espressione», ha commentato Brahim Shima, caporedattore di Ora News.

Le autorità sanitarie non hanno risposto alle richieste telefoniche di chiarimenti. I documenti inviati all'emittente televisiva dispongono la cessazione dell'attività senza specificare quando e per quanto tempo. Non è chiaro come una tale decisione possa essere eseguita.

L'azienda, la Yldon Media Group, ha annunciato che ricorrerà alle vie legali contro la decisione, contestata anche dai partiti di opposizione che hanno espresso preoccupazione per la libertà di espressione. Il presidente della Repubblica d'Albania Ilir Meta, ex leader di un piccolo partito di opposizione, ha dichiarato di essere «profondamente preoccupato».

Con la proclamazione dello stato di calamità naturale, per la durata della pandemia alle autorità sanitarie sono stati conferiti poteri rafforzati. Per contrastare la diffusione del contagio, l'Albania ha stabilito regole rigide, chiuso i confini e le aziende locali e modificato il codice penale per punire i trasgressori di tali norme.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più