CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Le giornaliste di Belsat Tv, Daria Chultsova e Katsiaryna Andreyeva di Belsat Tv (Foto: Ansa)
Internazionale 31 Dic 2021

Bielorussia, Efj: «32 giornalisti trascorreranno il Capodanno in carcere»

Il sindacato europeo torna a denunciare la repressione della libertà di stampa ad opera del regime di Alexander Lukashenko. «Chiediamo ancora una volta alla comunità internazionale di non chiudere gli occhi su quanto sta accadendo», dichiara il segretario generale Ricardo Gutiérrez.

Trentadue giornaliste e giornalisti trascorreranno il Capodanno in carcere in Bielorussia. È uno dei dati della rassegna annuale sulla repressione della libertà di stampa elaborata dall'Associazione bielorussa dei giornalisti (BAJ) e rilanciata dalla Federazione europea dei giornalisti (EFJ) che, in una nota pubblicata sul proprio sito web, invita la comunità internazionale, compreso il Consiglio d'Europa, ad agire.

«Nel 2021 - ricorda il sindacato europeo -, 113 giornalisti sono stati arrestati in Bielorussia solo per aver svolto il proprio lavoro. 32 sono ancora in detenzione. Nello stesso anno, sono state perquisite 146 case e redazioni di giornalisti, 13 media sono stati ufficialmente etichettati come estremisti e l'unica organizzazione indipendente che rappresenta i giornalisti, BAJ, è stata sciolta dal regime del dittatore bielorusso Alexander Lukashenko».

Con il supporto dei sindacati nazionali affiliati alla EFJ e di una serie di altre organizzazioni per la libertà di espressione, BAJ continuerà ad operare e amplierà le sue attività dall'estero.

«Chiediamo ancora una volta alla comunità internazionale di non chiudere gli occhi sull'atroce repressione in atto in Bielorussia», dichiara il segretario generale della EFJ, Ricardo Gutiérrez. «Come facciamo da quasi 5 anni - prosegue -, chiediamo al Consiglio d'Europa di includere la Bielorussia nella Piattaforma per la protezione del giornalismo e la sicurezza dei giornalisti, al fine di dare piena visibilità alla repressione in corso e sanzionare i responsabili. Dobbiamo agire ora».

Ecco l'elenco dei 32 giornalisti e operatori dei media in carcere in Bielorussia:
Katsiaryna Andreyeva
Daria Chultsova
Ihar Losik
Siarhei Hardzievich
Ksenia Lutskina
Andrei Aliaksandrau
Dzianis Ivashyn
Andrej Pachobut (Andrzej Poczobut)
Maryna Zolatava, tut by
Volha Loika, tut by
Liudmila Chekina, tut by
Alena Talkachova, tut by
Anzhela Asad, tut by
Iryna Rybalka, tut by
Ala Lapatka, tut by
Darya Danilava, RocketData, TAM.BY
Maria Novik, tut by
Aliaksandr Daineka, tut by
Andrei Audzeyau, tut by
Katsiaryna Tkachenka, Avvocato tut by — arresti domiciliari
Iryna Kastsiuchenka, ex avvocato tut by — arresti domiciliari
Valerija Kastsiugova, redattrice di "Annuario bielorusso", analista
Aliaksandr Ivulin, direttore di Tribuna.by
Yahor Martsinovich, Nasha Niva
Andrei Skurko, Nasha Niva
Irina Lewshyna, direttrice, caporedattrice di BelaPAN
Dzmitry Navazhylaw, ex direttore di BelaPAN
Genadz Mazheika, giornalista di "Komsomolskaya Pravda in Bielorussia"
Iryna Slaunikava
Andrei Kuznechyk, libero professionista RFE/RL
Siarhei Satsuk, editore di Ej.by
Aleh Hruzdzilovich, giornalista RFE/RF

@fnsisocial

Articoli correlati