CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Un momento della presentazione dell'Osservatorio (Foto: @IDMO_it)
Media 20 Set 2021

Contrasto alla disinformazione, presentato l'Osservatorio italiano per i media digitali

L'iniziativa nell'ambito della rete European Digital Media Observatory, progetto della Commissione Ue ideato con l'obiettivo di costituire un punto di riferimento per l'analisi e la lotta al fenomeno. Fra i partner, coordinati dall'Università Luiss, anche Rai, Gruppo Gedi, Corriere della Sera, Newsguard, Pagella Politica.

È stato presentato a Roma l'Italian Digital Media Observatory, hub italiano della rete European Digital Media Observatory, iniziativa della Commissione Ue ideata con l'obiettivo di costituire un punto di riferimento per l'analisi e il contrasto alla disinformazione online.

Finanziati, in questa fase di avvio, con undici milioni di euro, gli hub nazionali combatteranno in otto Paesi membri la disinformazione, studiandone l'impatto sulle società per diffondere pratiche positive nell'uso dei media digitali attraverso, fra l'altro, la e-literacy e il fact-checking.

Come spiegato in conferenza stampa, l'Italian Digital Media Observatory (Idmo) sarà realizzato con il coordinamento dall'Università Luiss Guido Carli assieme a Rai, Tim, Gruppo Gedi La Repubblica, Università di Tor Vergata, T6 Ecosystems, Newsguard, Pagella Politica e con la collaborazione di Alliance of Democracies Foundation, Corriere della Sera, Fondazione Enel, Reporters Sans Frontières, The European House Ambrosetti.

@fnsisocial

Articoli correlati