CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Carlo Fuortes, neo amministratore delegato Rai (Foto: Ansa)
Servizio pubblico 10 Set 2021

Cpo Rai e Cpo Usigrai: «7 uomini per 7 nomine: non un grande inizio per i nuovi vertici»

«Un palese segno di disinteresse per il tema delle pari opportunità. Un segnale retrogrado e in decisa controtendenza rispetto alle politiche in essere nei maggiori broadcaster di servizio pubblico europei», lamentano le Commissioni.

«7 uomini per 7 nomine: non un grande inizio per i nuovi vertici della Rai sul piano dell'equità di genere di cui tanto si parla. In una azienda che già vede le donne in forte minoranza nei vertici, queste nomine sono un palese segno di disinteresse per il tema delle pari opportunità». Così, in una nota congiunta, le Commissioni pari opportunità della Rai e dell'Usigrai.

«Un segnale retrogrado – incalzano – e in decisa controtendenza rispetto alle politiche in essere nei maggiori broadcaster di servizio pubblico europei. Sinceramente è offensivo semplicemente pensare che non esistessero in azienda professioniste in grado di assumere anche uno solo dei ruoli assegnati».

La Commissione pari opportunità della Rai e la Commissione pari opportunità dell'Usigrai chiedono «conferma della valutazione di almeno un curriculum femminile per ciascuno dei ruoli presi in considerazione come previsto dalla policy di genere aziendale. E contano sull'impegno a un deciso riequilibrio di quanto fatto sinora nelle prossime nomine».

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più