Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Istituzioni
Istituzioni | 03 Mag 2019
CONDIVIDI:

Libertà di stampa, Mattarella: «Le istituzioni non lascino soli i giornalisti minacciati»

«I cronisti uccisi dai terroristi o dalla mafia per aver compiuto il loro dovere di raccontare sono testimoni di verità e di libertà, il cui sacrificio deve essere ricordato e onorato», scrive il presidente della Repubblica al presidente dell'Unci in occasione della Giornata della memoria organizzata in concomitanza con la Giornata mondiale indetta dall'Onu.
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

«Anche in Italia si verifica un alto numero di intimidazioni e atti ostili nei confronti dei giornalisti che esercitano la loro fondamentale funzione. Le istituzioni della Repubblica e la società civile hanno il dovere di sostenerli e non lasciarli soli». Lo sottolinea il presidente Sergio Mattarella in un messaggio inviato all'Unci. «Rinnovando la mia solidarietà ai familiari delle vittime, invio un saluto ai cronisti italiani con l'augurio che possano sempre raccontare, liberi da condizionamenti, la realtà del nostro Paese».

Di seguito il messaggio inviato dal presidente Mattarella al presidente dell'Unione nazionale cronisti italiani, Alessandro Galimberti:

La Giornata organizzata dall'Unione Nazionale Cronisti Italiani, in concomitanza con la Giornata mondiale della libertà dell'informazione indetta da Onu e Unesco, vuole ricordare i numerosi giornalisti uccisi dai terroristi o dalla mafia per aver compiuto il loro dovere di raccontare attraverso le parole o le immagini. Sono testimoni di verità e di libertà, il cui sacrificio deve essere ricordato e onorato.  Anche in Italia si verifica un alto numero di intimidazioni e atti ostili nei confronti dei giornalisti che esercitano la loro fondamentale funzione. Le istituzioni della Repubblica e la società civile hanno il dovere di sostenerli e non lasciarli soli. Rinnovando la mia solidarietà e la mia vicinanza ai familiari delle vittime, invio un saluto ai cronisti italiani con l'augurio che possano sempre raccontare, liberi da condizionamenti, la realtà del nostro Paese.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più