CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Mediaset, i Cdr all’azienda: «Smentisca le voci di trasferimento delle redazioni romane a Milano»
Cdr 08 Mag 2017

Mediaset, i Cdr all’azienda: «Smentisca le voci di trasferimento delle redazioni romane a Milano»

Dopo le ultime indiscrezioni di stampa, intervengono il Cdr del Tg5 e i fiduciari sindacali di News Mediaset, Tg Com, Videonews di Roma: «Riteniamo inopportuno e sgradevole che l'azienda non intervenga per stabilire un punto di vista certo sulla vicenda».

«In relazione all'articolo pubblicato sabato dal quotidiano Italia Oggi a pag. 17 dal titolo "Il Tg5 prepara il trasloco a Milano"  il Cdr del Tg5 e i fiduciari sindacali di News Mediaset, Tg Com, Videonews di Roma ritengono sia inopportuno e sgradevole che l'azienda non intervenga per stabilire un punto di vista certo sulla vicenda trattandosi tra l'altro di una società quotata in Borsa».

Comitati di redazione e fiduciari commentano così le indiscrezioni di stampa sul futuro della sede romana dell’azienda. «Se l'ipotesi di un trasferimento da Roma a Milano non viene smentita in queste ore – proseguono – deve essere convocato al più presto un confronto tra azienda, Cdr Tg5 e fiduciari di Roma».

Come è noto, a febbraio le assemblee hanno consegnato un pacchetto di tre giorni di sciopero ai Comitati di Redazione. «Non possiamo credere che sia in atto da parte di Mediaset una campagna di pressione o addirittura di mobbing nei confronti di giornalisti e dipendenti di Roma per ottenere il trasferimento del Tg5 e di altri giornalisti e lavoratori  a Milano», spiega la nota dei rappresentanti dei giornalisti.

«I giornali – concludono Cdr e fiduciari – sono liberi ovviamente di scrivere quello che ritengono opportuno, ma Mediaset  dovrebbe sentire il dovere di garantire il rispetto nei confronti  dei propri collaboratori e delle loro famiglie».

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più